Repositories

TDI

Roma - Istituto centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane : MagTeca / Teca Digitale Italiana

Dal 2005 Internet Culturale mette a disposizione dei propri partner un servizio gratuito di repository digitale. Il servizio offerto è di gestione e conservazione di oggetti digitali di formato e dimensioni per il web, la fruzione delle collezioni digitali avviene tramite i servizi del portale Internet Culturale: viewer, harvesting, ecc.

L'eseguibile del software è anche distribuito a quelle istituzioni che garantiscono la collaborazione in termini di dati digitali messi a disposizione di Internet Culturale. Tutte le informazioni sono alla pagina Aderire alla BDI.

Nel 2017 è stata rilasciata la versione 4.0 Teca Digitale Italiana (TDI). Ora la teca è in grado di recepire e gestire metadati METS (profilo Google Books) oltre che i metadati MAG. E' possibile creare metadati partendo da pacchetti di oggetti digitali, certificati e validati secondo lo Schema MAG, importando in modo automatico e online i dati catalografici di SBN (UNIMARC) e di Manusonline (TEI), altrimenti compilando manualmente i dati descrittivi. E' possibile il lavoro da remoto, con password dedicata, le biblioteche partner possono uploddare immagini e creare i  metadati di proprie collezioni digitali. La TDI è poi provvista di un livello amministratore con funzioni di correzione di metadati, per l'uniformità di dati ricorrenti e generali, presenti in alcuni tag di metadati.

MagTeca.TDI

Firenze-Impronte

Firenze - Sistema Bibliotecario di Ateneo : Impronte digitali

Il repository delle collezioni digitalizzate del Sistema Bibliotecario di Ateneo (SBA) dell’Università di Firenze nasce con il progetto Digitalizzazione per i servizi bibliotecari ed è operativa dalla fine del 2012 quando ha accolto il primo nucleo di testi digitalizzati all’interno del Progetto selezionati fra i tantissimi esemplari di pregio e di significativo interesse storico-artistico posseduti dalle cinque biblioteche di area: la Biblioteca Biomedica, la Biblioteca di Scienze, la Biblioteca di Scienze sociali, la Biblioteca di Scienze tecnologiche e la Biblioteca Umanistica. La scelta iniziale ha interessato materiale particolarmente significativo o per la rarità, in taluni casi unicità, dell’esemplare o per l’importanza scientifica del contenuto che rende il volume molto consultato dagli studiosi. A questa prima raccolta, si sono aggiunti successivamente molti altri esemplari, diversi per tipologia di materiale, per contenuto e per datazione che vogliono essere delle tracce (da qui la scelta del nome della collezione principale Impronte digitali) che rivelano la ricchezza del patrimonio documentario dell’Università di Firenze nei suoi molteplici aspetti: scientifici, storici, culturali e artistici. Incunaboli, periodici e monografie a stampa pubblicati dagli inizi del ‘500 alla prima metà del ‘900, disegni e manoscritti a carattere archivistico dal XVI al XIX secolo si accompagnano a raccolte significative come quella dei Ricettari medici o del Fondo Antonio Cocchi.

Impronte Digitali

Teca_digitale_ligure

Regione Liguria : Biblioteca Digitale Ligure

La Biblioteca Digitale Ligure (BDL) è un servizio offerto dalla Regione Liguria allo scopo di permettere a tutti l'accesso a contenuti digitali messi a disposizione dalle biblioteche liguri, da altre istituzioni liguri e dalla Regione stessa.
I contenuti vengono pubblicati nel rispetto della normativa sul diritto d'autore (L. 633/1941), con licenze scelte per estendere quanto più possibile le possibilità di fruizione e riuso dei contenuti - anche nelle versioni di risoluzione più elevata - per nuove ricerche e creazioni.
La BDL può accogliere contenuti di ogni tipo (immagini, testi, audio, video), sia derivati da originali non digitali (ad esempio libri o periodici su carta, dischi o nastri audio), sia prodotti dall'origine in formato digitale (ad esempio fotografie digitali, libri pubblicati solo come ebook).

Biblioteca Digitale Ligure

Marciana

Venezia - Biblioteca nazionale Marciana : Biblioteca digitale e GeoWeb

La Biblioteca offre un servizio di consultazione online – attivo dall'anno 2000 – delle proprie risorse digitalizzate relativamente a diversi materiali manoscritti e a stampa, la cui conservazione e tutela costituisce un compito istituzionale primario. L'accesso alle opere e ai testi in formato digitale ha la finalità di rendere tale patrimonio più facilmente fruibile da parte di un pubblico più vasto.

Biblioteca digitale e GeoWeb

RepositoryBNN

Napoli - Biblioteca nazionale  : Biblioteca digitale

La Biblioteca nazionale di Napoli si è dotata del sistema 4S Digital Library (4SDL), una piattaforma hardware e software per la conservazione a lungo termine, amministrazione e fruizione nel web delle risorse digitali, in particolare di immagini ad elevata risoluzione. Se la "Teca" 4SDL è il principale contenitore, le risorse digitali della BNN sono state realizzate anche attraverso diversi progetti e collaborazioni esterne, come ad esempio gli Archivi di Teatro Napoli e la World Digital Library, la biblioteca digitale promossa dall'UNESCO..

Biblioteca digitale

ICBSA

Roma - Istituto centrale beni sonori e audiovisivi : MagTeca

E' in via di realizzazione la digitalizzazione dell'intero patrimonio audiovisivo dell'Istituto Centrale per i Beni Sonori ed Audiovisivi, utilizzando un processo di trascrizione digitale ottimizzato per il trattamento di grandi quantità di documenti, in grado di gestire processi automatizzati di verifica e ripristino delle informazioni e l'accesso attraverso reti telematiche alle collezioni. Il progetto prevede la produzione di file nel formato BWF (Broadcast Wave File) che vanno ad alimentare l'archivio digitale dell'ICBSA. Si stanno trascrivendo in digitale dischi a 78 giri, a 33 giri, nastri a bobina, cilindri di cera e CD audio. Il sistema di conservazione dei dati digitali è affidato ad un armadio robotizzato (Teca Digitale) in grado di gestire in modo completamente automatico la salvaguardia dei file. Attualmente sono conservati in Teca Digitale circa 300 TB (terabytes) di dati multimediali. La fruizione di questa grande mole di dati è possibile grazie ad una Teca Digitale parallela che contiene tutti i files compressi, visibili tramite browser web in tutto il mondo grazie all'utilizzo di formati standard quali jpeg e mp3, unimarc e mag (per i metadati), attraverso la rete intranet e internet. Naturalmente nel rispetto della legge sul copyright soltanto in sede è possibile consultare l'intero documento, mentre nel resto del mondo i file audio, in bassissima qualità, durano al massimo 30 secondi, e le immagini sono protette da watermark.

Archivio digitale      Internet Culturale

BNBraidense

Milano - Biblioteca nazionale Braidense : MagTeca (versione 3.0)

La Biblioteca Nazionale Braidense, come altre biblioteche del Ministero per i Beni e le attività Culturali, è stata una delle prime in Italia a produrre collezioni digitali tratte dai propri fondi storici, operando a favore tanto della diffusione e della valorizzazione delle proprie collezioni quanto della salvaguardia delle stesse dall'usura della consultazione materiale, fin da quella che si può oggi chiamare la protostoria del digitale. Nel 2011 è stata realizzata una nuova banca dati con il repository MagTeca dell'ICCU che svolge il suo servizio di delivery verso Internet Culturale.

BiD   Internet Culturale

BNCF

Firenze - Biblioteca nazionale centrale : Biblioteca digitale

La Biblioteca nazionale centrale ha sperimentato a partire dagli anni '90 la digitalizzazione come strumento per l'accesso alle raccolte. Nella sezione del sito vengono presentati i risultati relativi a oltre 3 milioni di immagini con le avvertenze che seguono:

  • non tutto è ancora disponibile online (stiamo riorganizzando gli archivi digitali );
  • molte digitalizzazioni per motivi di copyright sono accessibili esclusivamente dalle postazioni interne della BNCF;
  • tutte le collezioni digitali disponibili sono accessibili anche di norma dal Catalogo in linea della Biblioteca.

Biblioteca digitale

Repository.BibIT

Roma - Università la Sapienza : Biblioteca Italiana

Biblioteca Italiana (BibIt) è una biblioteca digitale di testi rappresentativi della tradizione culturale e letteraria italiana dal Medioevo al Novecento, promossa dal Centro interuniversitario Biblioteca italiana telematica (CiBit), e gestita dalla sua unità attiva presso l'Università di Roma La Sapienza, con il supporto del progetto Biblioteca digitale italiana del Ministero per i beni e le attività culturali.
Sono presenti i testi più significativi appartenenti a tutti i generi della letteratura italiana (Narrativa, Letteratura teatrale, Documenti, Lettere ed epistolari, Memorialistica, Poesia, Oratoria, Testi storici e storiografici, Traduzioni e volgarizzamenti, Trattati).
Tutti i testi di Biblioteca Italiana sono stati digitalizzati in edizione integrale a partire dalle più autorevoli edizioni a stampa, sia moderne sia antiche, e codificati in formato XML secondo lo schema TEI . Ciò consente all’utente di avere per ciascuna opera l’accesso diretto al testo.
Ad oggi Biblioteca Italiana ha pubblicato oltre 1700 opere, tutte liberamente accessibili e scaricabili.

Biblioteca Italiana

Repository.DIGILIBLT

Torino - Università Piemonte Orientale : Biblioteca digitale di testi latini tardoantichi

La Digital library of late-antique Latin texts – digilibLT – è una biblioteca digitale dei testi prosastici della tarda latinità (dal II al VII secolo d.C.), annotati in XML-TEI, di libera e gratuita consultazione.  La biblioteca intende fornire in modo completo le opere di contenuto profano. Solo alcune opere di autori e tematica cristiana sono inserite, per ora, al fine di consentire necessari raffronti per gli usi linguistici tardoantichi. Essa fornisce un canone completo degli autori e delle opere.

digilibtLT

Repository.PR.CasaMusica

Parma - Casa della Musica : Periodici musicali

Collocata nel quattrocentesco palazzo Cusani, già sede nel XVII secolo di alcune facoltà universitarie, ospita istituzioni di alto profilo culturale – quali il CIRPeM (Centro Internazionale di Ricerca sui Periodici Musicali), la sezione di Musicologia della facoltà di Lettere e Filosofia e il Gruppo di Acustica della facoltà di Ingegneria dell’Università degli studi di Parma, la Fondazione Prometeo (istituzione attiva nel campo della ricerca musicale contemporanea) –, nonché servizi aperti anche a una fruizione meno specialistica, quali la Biblioteca-Mediateca, il Museo multimediale dedicato alla storia dell’Opera italiana e alla tradizione musicale di Parma.

Internet Culturale

GalileoRepository

Firenze - Museo Galileo : Biblioteca digitale

La Biblioteca Digitale del Museo Galileo è attualmente composta da quattordici collezioni digitali tematiche.

Le collezioni digitali sono originate dalla proficua collaborazione con studiosi specialisti di ambiti disciplinari inerenti alla storia delle scienze e della tecnologia. La parte più significativa è rappresentata dal corpus galileiano (Biblioteca digitale galileiana, Discepoli di Galileo, Accademia del Cimento, la Biblioteca di Galileo, Galilaeana on line) che costituisce un fondamentale punto di riferimento per gli studi galileiani. Collezioni digitali dedicate agli studi sulla prospettiva, alla matematica antica, ad importanti carteggi scientifici, oppure pubblicate in occasione di significative mostre, arricchiscono l’universo documentario offerto dalla Biblioteca Digitale. Tutte le collezioni digitali, fatta eccezione per la corrispondenza di Ruggero Giuseppe Boscovich (1711-1787) e la biblioteca digitale su Leonardo da Vinci, il cui accesso è vincolato ad un’autorizzazione della direzione, sono di libera consultazione.

Biblioteca digitale

Repository.OUTIS

Milano - OUTIS : Le pagine del nostro tempo

La collezione di testi teatrali di Outis - Centro Nazionale di Drammaturgia Contemporanea, vanta oltre 6000 opere italiane e straniere che coprono l’ultimo cinquantennio. Anche la collezione della Fondazione Teatro Italiano Carlo Terron (2000 testi) contempla autori italiani e stranieri.

La prima fase del progetto Le pagine del nostro tempo_archivio di testi teatrali a portata di click, realizzata con il contributo di Innovacultura - Regione Lombardia, Camere di Commercio Lombarde e Fondazione Cariplo, ha riguardato un primo gruppo di 900 testi di significativi autori italiani e stranieri così identificati: 100 testi cartacei (Outis) del periodo 1950 - 1970; 100 testi cartacei (F. Terron) del periodo 1910 – 2013.

Internet Culturale

LaurenzianaRepository

Firenze - Biblioteca Medicea Laurenziana : Teca digitale

Il progetto di digitalizzazione del fondo Plutei della Biblioteca Medicea Laurenziana  è stato avviato nel giugno del 2008 con l’intenzione di promuovere la conoscenza di una delle più importanti collezioni manoscritte al mondo. Nel novembre 2010 si sono conclusi i lavori di indicizzazione, digitalizzazione integrale e pubblicazione in Internet dei 3917 manoscritti appartenenti al fondo Plutei e dei cataloghi storici a stampa settecenteschi che li descrivono, per un totale di 13 volumi (Assemani,  Biscioni e Bandini). L'esistenza della Teca digitale ha poi consentito di aggiungere, negli anni seguenti – ed è un procedimento in corso - altre digitalizzazioni di manoscritti appartenenti ad altri fondi (76 manoscritti del fondo San Marco, 66 manoscritti siriaci del fondo Orientali, 18 manoscritti dai fondi Acquisti e Doni, Conventi Soppressi, Edili, Gaddi, Mediceo Palatino e Amiatino). La Teca, accessibile liberamente via internet, ospita un totale di 1.460.671 immagini nei tre formati TIF piramidale con risoluzione minima di 300dpi, jpeg a 100dpi e jpeg a 32dpi, per un totale di  4.382.013 file immagine di cui 4.364.034 corrispondenti ai manoscritti e 17.979 alle pagine dei cataloghi storici digitalizzati di supporto, per un equivalente di quasi 6,8 Terabyte.

Teca digitale