Scheda di dettaglio

Titolo:
Antifonario. Innario
Data di pubblicazione:
[fine del 13. sec.]
Tipo documento:
musica manoscritta
Livello bibliografico:
Monografia
Formato:
Membranaceo; cc. I, 138; mm. 545x377
Descrizione:
'comprende:' Antifonario santorale proprio (3r-99v); liturgia delle ore in dedicatione ecclesiae (100r-112v) e per i defunti (127r-138r); aggiunte successivamente la liturgia delle ore e la messa per la festività del Salvatore con gli inni Ihesu salvator saeculi e Christe redemptor omnium (cc. 113r-126r). Notazione quadrata nera su tetragramma rosso, 6 righi per carta. Fascicolazione: 1(2), 2-5(8), 6-9(6), 10(4), 11(8), 12(12-1), 13(8), 14(6), 15(8), 16(6-1), 17(8), 18(2), 19(4), 20(10), 21(2); moderna e cartacea la carta di guardia. Cartulazione del XVII-XVIII sec. in caratteri arabi (1-138) posteriore alla perdita di alcune carte. Tre lacune presenti rispettivamente tra le cc. 49 e 50, come rilevato anche nella nota manoscritta a c. 49v, tra le carte 85 e 86, poi integrata, ed infine tra le carte 99 e 100. Integrazioni del rigo musicale alle cc. 51rv, 85v, 99v, una cancellatura sul margine superiore di c. 51v, etichette pergamenacee scritte alle cc.29r e 112v, il verso di c. 126 è bianco e la c. 138v presenta tracce di contatto con la legatura. La mano di scrittura delle cc. 87r-99v rimanda, per alcuni elementi similari, alle ultime carte (224r-229v) del graduale 2795. Legatura in assi di legno rivestite di pelle marrone, chiodi all'unghiatura, traccia di due fibbie, dorso rinforzato con pelle inchiodata. Antica segnatura "H" (XVIII sec), segnata a lapis sul contropiatto anteriore, è invece a inchiostro, come la lettera "R” ripetuta ai suoi lati, sull’ etichetta cartacea incollata al piatto anteriore, su questo anche due piccole etichette con cornice blu, la superiore reca a inchiostro il n. 11. All’antifonario, acefalo, risultano preposti i frammenti di due fogli membranacei, provenienti probabilmente da un altro corale della stessa serie e contenenti la sequenza Laetabundus exultet fidelis. All'impostazione originaria del codice (cc.3-67), si aggiungono interpolazioni che contengono le liturgie di epoca successiva per la traslazione e la festa di S.Tommaso D'Aquino (cc.68r-86v; 87r-99r) e per la festa del Salvatore (cc. 113r-1265r). Decorazione: interventi di rubricazione, iniziali decorate a penna e a pennello; iniziali istoriate: 6r, Paulus, san Paolo; 19v, Adorna, Cristo e profeti; 31v, Cum ingrederetur, sant'Agata; 42r, In tua pacientia, Vergine benedicente; 48v, Beati martyres, santi Giovanni e Paolo; 60v, Virginis, martirio di santa Caterina; 62r, Nobilis, santa Caterina e i filosofi; 89v, Sancti viri, san Tommaso d'Aquino, Antonio abate e una vergine; 113r, Salvatoris, iniziale fitomorfa con il volto del Redentore al centro.
Coverage:
Convento di San Domenico di Perugia
Provenienza:
Biblioteca comunale Augusta - Perugia - IT-PG0109 ; Inventario: 206607 ; Segnatura: ms 2791
Identificativo:
PGM0000013
Collezione:
Corali di San Domenico di Perugia
Agenzia:
Biblioteca comunale Augusta - Perugia
Accessibilità:
pubblico
Completezza della digitalizzazione:
completo
Teca digitale:
MagTeca - ICCU
Formato digitale:
JPEG; TIFF
Progetto:
http://www.comune.perugia.it/canale.asp?id=2423
http://tinyurl.com/ybqptnzf