Zancanaro in Romagna

Cioccolosità.

Giovedì 21 dicembre 2006 ore 17.00 si inaugura la mostraZancanaro in Romagna. La carta e la pietra. Ravenna e le città di Tono alla Biblioteca Classense di Ravenna che rimarrà aperta fino al 24 febbraio 2007

La mostra, promossa nel quadro delle celebrazioni per il primo centenario della nascita di Tono Zancanaro (1906 - 1985), intende ricordare il profondo rapporto che ha legato il celebre artista padovano all’ambiente romagnolo ed in particolare alla città di Ravenna durante il periodo di docenza di Tecnica dell’incisione presso l’Accademia di Belle Arti tra il 1970 ed il 1977.

Partendo dalla serie dei “Monumenti ravennati”, attraverso paesaggi, scorci, vedute delle città italiane che sono state particolarmente care all’artista, la mostra traccia un “percorso” ideale che consente di apprezzare ancora una volta la magistrale arte incisoria di Tono Zancanaro.


In esposizione figurano, inoltre, opere grafiche e plastiche che attestano il suo rapporto con l’ambiente romagnolo ed in particolare con Cesenatico, dove ha preso corpo il celebre tema della Brunalba.
Una sezione della mostra è poi specificamente dedicata al suo lavoro di mosaicista a contatto con le botteghe artigiane di Ravenna ed in particolare con Romolo Papa.

Durante il periodo di apertura è prevista la presentazione del volume Zancanaro in Romagna.  La carta e la pietra. Ravenna e le città di Tono pubblicato nella collana “Immagini e Documenti” della Soprintendenza per i beni librari e documentari.

Approfondimenti: