Aspettando Più libri

Il logo dell'evento

Sette appuntamenti dal 9 al 27 novembre a Roma otto autori, vicini e lontani, in cerca di risposte tra centro e periferia.
Aspettando Più libri vuole essere una sorta di regalo al pubblico degli appassionati: sette anteprime di lusso del ricchissimo programma culturale della Fiera che accompagneranno i lettori romani sino all'appuntamento di dicembre con Più libri più liberi, sesta edizione della Fiera della piccola e media editoria.
La nuova iniziativa si articola in sette appuntamenti con otto scrittori, scelti chiaramente tra i ranghi della piccola e media editoria nazionale per riflettere su temi e problemi del nostro tempo, in costante dialettica con il lettore.

Aspettando Più libri sarà il primo passo di avvicinamento verso l'universo-libro, esaminato alla luce di quattro domande per otto risposte: ogni incontro avrà come titolo una domanda alla quale risponderanno gli autori coinvolti. Narratori, filosofi e saggisti 'vicini e lontani', nella provenienza e nel pensiero, chiamati a confrontarsi su un solo tema, magari per scoprirsi più vicini di quanto possano, o possiamo, immaginare.

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti

Il programma completo:

Venerdì 9 novembre ore 21
Tempio di Adriano (piazza di Pietra)
Alberto Manguel e Bjorn Larsson
"Ma Ulisse era un pirata? La letteratura è un mare in cui navigare in cerca di libertà" 
 

Sabato 10 novembre ore 11
Biblioteca Morante (via Adolfo Cozza 7 - Ostia)
Alberto Manguel
"Omero. Iliade e Odissea"

Martedì 13 novembre ore 21
Tempio di Adriano (piazza di Pietra)
Guido Crainz e Fernando Gentilini
"Dove comincia la pace? Dialogo su conflitti e riconciliazioni"

Giovedì 15 novembre ore 17.30
Biblioteca Basaglia (via F. Borromeo 67)
Guido Crainz
"L'ombra della guerra. Il 1945, in Italia"

Martedì 20 novembre ore 21
Auditorium dell'Ara Pacis (via di Ripetta 190)
Alice Sebold e Todd Hasak-Lowy
"Cosa accade in famiglia? Violenze e virtù pubbliche e private a stelle e strisce"
 

Mercoledì 21 novembre ore 17.30
Biblioteca Marconi (via G. Cardano 135)
Todd Hasak-Lowy
"Non parliamo la stessa lingua"

Martedì 27 novembre ore 21
Auditorium dell'Ara Pacis (via di Ripetta 190)
Edgar Morin e Gianni Vattimo
"Quali radici per il nostro futuro? Guardando al domani con filosofia"