Nuove collezioni digitali

L'amico del popolo. Varietà istruttive compilate dal rep. Ranza. In Milano, anno VI repubblicano, mese fiorile

Riviste preunitarie

La collezione presenta oltre sessanta testate, edite dal 1668 al 1916, presenti prevalentemente presso la Biblioteca nazionale di Roma, la Biblioteca di storia moderna e contemporanea di Roma, la Biblioteca universitaria di Pisa.

Biblioteca Benedetto Croce

Fra le collezioni digitalizzate appartenenti alla Fondazione Biblioteca Benedetto Croce Croce compaiono i Taccuini di lavoro di Benedetto Croce, vergati fra il 1906 e il 1949, e il periodico Napoli nobilissima. Rivista d'arte e topografia napoletana (1892-1907), entrambi testimonianza della cultura del filosofo partenopeo.

Musiche autografe di Gaetano Donizetti nelle collezioni civiche di Bergamo

La raccolta di musiche autografe di Gaetano Donizetti, comprendente circa 200 composizioni e conservata presso il Museo Donizettiano, è frutto del deposito di pezzi provenienti dalla Civica Biblioteca Angelo Mai e dal fondo della cappella musicale della Basilica di S. Maria Maggiore.

Composizioni sacre e strumentali di Johann Simon Mayr

Il progetto di digitalizzazione riguarda tutte le partiture autografe del musicista bavarese Johann Simon Mayr presenti nel fondo che, con i suoi 3500 pezzi musicali prevalentemente manoscritti, costituisce il nucleo più importante di tutte le musiche conservate negli istituti pubblici di Bergamo.

Disegni navali veneziani del Settecento

La collezione, una delle più importanti nel Veneto, comprende circa 50 disegni navali settecenteschi di ambito veneziano relativi all'armata veneziana e alla marina mercantile, che documentano un interesse ancora ben vivo per la flotta e l'Arsenale della Serenissima nell'ultimo secolo della sua storia.

Emerografia lucana in digitale

La Biblioteca Provinciale di Potenza, istituita nel 1899, conserva in originale periodici lucani rinvenibili in SBN sul nostro OPAC o della Nazionale di Firenze e pervenuti quasi tutti per diritto di stampa. La raccolta digitale, che racchiude la storia della Basilicata, comprende attualmente 147 testate, 101.538 pagine, 6.514 fascicoli stampati dal 1808 al 1950.

Edizioni antiche e trattati musicali

Una nuova collezione del Conservatorio S. Pietro a Majella