I Giovedì di Santa Marta

Copertina del Volume

Proseguono gli appuntamenti con il ciclo degli incontri letterari I Giovedì di Santa Marta, presso l’ex chiesa di Santa Marta al Collegio Romano a Roma.

Gli appuntamenti costituiscono un punto di riferimento, un’abitudine piacevole e uno stimolo alla lettura.

L’intento è quello di offrire un panorama della recente produzione editoriale, su tematiche di particolare interesse culturale.

13 dicembre 2012, ore 17.30
"Villa tre pini" di Marco Polillo, Rizzoli, 2012.
Conversazione con Giorgio Dell’Arti e Gian Arturo Ferrari.
Sarà presente l’autore

“Enea Zottìa è un poliziotto di prim’ordine, un gran romantico, un piccolo grande Gatsby”.
Così Antonio D’orrico, giornalista, critico letterario e scrittore, descrive il personaggio del commissario Zottìa, che ritroviamo qui dopo le sue ultime avventure nel precedente libro di Polillo “Il pontile sul lago”.
È passato un anno dall'indagine di Orta San Giulio e la relazione a distanza tra Serena Bonfanti ed Enea Zottìa, prosegue pur nell'incertezza di entrambi. Sperando di distrarsi un po’, Serena accetta di trascorrere le vacanze di Natale sul Lago Maggiore, nella villa dell'amica Maria Carla, moglie di Aureliano Severi, direttore di una piccola casa editrice. A Villa Tre Pini si ritrovano amici e conoscenti della coppia, e agli attriti del presente si sommano rancori e tragedie del passato, scomode verità che premono per tornare a galla. Dopo la movimentata cena di Capodanno gli ospiti si ritirano nelle proprie stanze: qualcuno riposa, qualcuno veglia senza trovare pace, Gaetano “Tanuccio” Repetti, noto albergatore di Cortina, giace invece nel suo letto senza vita. Zottìa rientra nel suo ruolo di investigatore per svelare misteri che hanno radici lontane.