Collezioni digitali del Museo Galileo

Leonardo da Vinci, Leon Battista Alberto, R. Trichet du Fresne, Trattato della pittura. Parigi, G. Langlois, 1651
J. F. Niceron, La perspectiue curieuse, ou, Magie artificiel[l] ... Paris, P. Billaine, 1638, c.11v.
S. G.Marolois, A. Vries, Hans de Vredeman, Opera mathematica ... pt. 1, 1. Amsterdam, J. Janssen, 1662
A. Dürer,  Underweysung der Messung ... 1538, c. [91] r.

 

In Internet culturale sono presenti alcune delle più significative collezioni digitali del Museo Galileo. In particolare, si possono consultare testi relativi alla storia della prospettiva o, più in generale, della rappresentazione, e visionare rare e preziose fonti trattatistiche del periodo compreso tra il XV e il XVIII secolo. Tali opere, insieme a schede approfondite sugli autori e a un ampio apparato didattico e iconografico, sono consultabili attraverso la sezione Bibliotheca Perspectivae, all’interno della sezione Biblioteche digitali tematiche del sito internet del Museo.
Altre interessanti collezioni sono legate alla figura di Galileo Galilei. Oltre ai suoi testi, vi si trovano opere rilevanti per la storia della matematica e per la storia della scienza italiana risalenti al periodo che va dal secolo XVI al XVIII. Infine le opere dei discepoli della Scuola Galileiana, in gran parte conservati presso la Biblioteca nazionale centrale di Firenze, contribuiscono ad arricchire e a completare la già imponente collezione digitale di documenti galileiani acquisiti dal Museo. Alcune di queste collezioni sono state curate da Giardino di Archimede – un museo per la matematica e BEIC – Biblioteca Europea di Informazione e Cultura.
Degne di interesse sono le Raccolta e Nuova raccolta d'opuscoli scientifici e filologici . Entrambe le raccolte curate da Angelo Calogerà costituiscono una testimonianza eloquente di quella fervida attività di diffusione del sapere, di giornalismo colto ed erudito, di volontà di aggiornamento della cultura italiana che, prendendo ad esempio la grande tradizione d'oltralpe e d'oltremanica, attraversò la penisola italiana nel secolo dei Lumi.