Collezioni digitali

186 risultati trovati |

Dipartimento di studi greco-latini, italiani, scenico-musicali. “Sapienza" – Università di Roma

Biblioteca Italiana (BibIt) è una biblioteca digitale di testi rappresentativi della tradizione culturale e letteraria italiana dal Medioevo al Novecento, appartenenti a tutti i generi. Ad oggi Biblioteca Italiana ha pubblicato circa 2000 opere, tutte liberamente accessibili e scaricabili.

Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma

La collezione riguarda gli esemplari più significativi, molti riccamente postillati, della biblioteca appartenuta a Marc Antoine Muret (Limoges 1526 - Roma 1585), umanista, critico e commentatore di autori classici, oggi in parte custoditi presso la Biblioteca nazionale centrale di Roma.


Archivio storico Ricordi - Milano

La collezione, che raccoglie materiale ancora inedito del maestro, è costituita da nuovi documenti riguardanti la corrispondenza di persone legate alla figura del maestro; dalla rassegna stampa degli articoli riguardanti gli spettacoli verdiani; dalla raccolta relativa alla proprietà artistica e dal fondo delle stampe di recente costituzione.

Biblioteca nazionale Braidense - Milano

Le 63 lettere di Verdi (più altre tre della moglie Giuseppina Strepponi) indirizzate alla contessa Clara Maffei, pervenute alla Braidense nel 1886 per legato testamentario della stessa Maffei.

Biblioteca Angelica - Roma

La collezione ospita le riproduzioni digitali di manoscritti greci e latini conservati in Italia realizzate nell’ambito del progetto PRIN 2010-2011 “Bibliotheca Italica Manuscripta”, con il contributo delle biblioteche di conservazione coinvolte. Comprende attualmente la digitalizzazione integrale di tutti i 127 manoscritti greci della Biblioteca Angelica e di un primo nucleo di 57 manoscritti greci della Biblioteca Vallicelliana, in corso di descrizione nel quadro del sottoprogetto “MaGI – Manoscritti greci d’Italia”.

Biblioteca nazionale centrale - Firenze

La collezione raccoglie le carte geografiche della Prima guerra mondiale conservate dalla Biblioteca nazionale centrale di Firenze per la maggior parte prodotte dall'Istituto geografico militare e dall'Istituto Geografico De Agostini.

Biblioteca della Società geografica italiana (SGI) - Roma

La collezione contiene materiale di notevole valore storico-artistico e scientifico, costituito da circa 1.500 documenti realizzati in un arco di tempo che va dal XV al XX secolo.

Biblioteca nazionale centrale - Firenze

Si tratta di 250 carte manoscritte comprendenti portolani e carte nautiche dei secoli XV-XVII e le carte della bottega del cartografo Luigi Giachi e dei figli Antonio e Francesco (XVIII secolo).

Biblioteca nazionale centrale - Firenze

Si tratta di una raccolta di 829 mappe, composte di circa 3000 fogli. Comprende carte a stampa, e in piccola parte manoscritte, di grandi dimensioni, suddivise a stacchi e rimontate su tela, che non hanno subito danni con l'alluvione del 1966.

Biblioteca universitaria - Pisa

È un carteggio di circa 4.000 lettere che il padre camaldolese Guidi Grandi, vissuto tra la fine del Seicento e gli inizi del Settecento, intrattenne con i più importanti scienziati italiani quali Alessandro Marchetti, Antonio Magliabechi, Eustachio Manfredi e Angelo Calogerà.

Biblioteca universitaria - Pisa

Ampio carteggio di Michele Ferrucci, docente dell’ateneo pisano e direttore della Biblioteca universitaria per oltre un trentennio, e di sua moglie Caterina Franceschi di cui fanno parte lettere autografe di illustri politici e letterati.

Biblioteca universitaria - Genova

Il Carteggio del matematico Placido Tardy, professore universitario e attivista politico risorgimentale, con prestigiosi matematici italiani e stranieri consta di 784 unità ed è stato donato alla Biblioteca universitaria di Genova nel 1925 dal prof. Gino Loria. L'arco cronologico del carteggio è 1837-1904.

Biblioteca nazionale Marciana - Venezia

Raccolta di materiali cartografici e grafici, manoscritti e a stampa datati tra il XV e il XIX secolo. Si tratta di una delle collezioni più interessanti relativamente a tale genere di materiali e certamente anche uno delle più cospicue a livello internazionale.

Biblioteca Riccardiana - Firenze

I due cataloghi dei manoscritti arabici del Buonazia e di quelli greci del Fumagalli, non sono mai stati pubblicati e costituiscono un importante fonte d’informazioni per identificare i testi orientali e greci conservati in Riccardiana.

Biblioteca Medicea Laurenziana - Firenze

 
Si tratta di 13 cataloghi redatti dal canonico laurenziano Angelo Maria Bandini, bibliotecario della Laurenziana dal 1757 al 1803. Essi contengono la descrizione dei manoscritti dei classici greci, latini e orientali provenienti dalle biblioteche signorili e degli ordini religiosi.