Collezioni digitali

184 risultati trovati |

Biblioteca di Storia moderna e contemporanea - Roma

Un grande archivio di immagini poco conosciute che offre uno spaccato dei cambiamenti della società, della cultura e della mentalità del primo Novecento e propone la valorizzazione di collezioni documentarie messe a disposizione da istituzioni diverse.

Sistema Bibliotecario di Ateneo. Università degli Studi – Firenze

La collezione contiene esemplari, diversi per tipologia di materiale, per contenuto e per datazione, che vogliono essere delle tracce (da qui la scelta del nome Impronte) che rivelano la ricchezza del patrimonio documentario del Sistema Bibliotecario dell’Università di Firenze nei suoi molteplici aspetti: scientifici, storici, culturali e artistici.

Biblioteca nazionale Marciana - Venezia

La raccolta comprende esemplari conservati presso la Biblioteca nazionale Marciana di Venezia. Si tratta di prime edizioni o di edizioni significative di testi in volgare - dai romanzi cavallereschi, alle opere religiose, ai calendari - particolarmente segnalabili in quanto si sono sovente conservate in pochissimi, o unici, esemplari.

Società Internazionale per lo studio del medioevo latino (Sismel) - Firenze

 
Il progetto si propone di riunire e digitalizzare la vasta documentazione presente nel territorio nazionale relativo ad inventari e censimenti di materiale di pregio. In particolare si mette in luce la documentazione, sino ad oggi mai censita in modo sistematico, concernente gli inventari medievali e di età umanistica di raccolte librarie di enti e persone di area italiana.

Biblioteca Palatina - Parma

La collezione comprende 81 incunaboli ebraici della Biblioteca Palatina, tra i quali si segnala l’unico esemplare conservato del primo libro a stampa in ebraico con data certa (18 febbraio 1475), e 103 cinquecentine ebraiche stampate in Italia, provenienti dalla raccolta dell’abate Giovanni Bernardo De Rossi (1742-1831).

Biblioteca Provinciale Nicola Bernardini - Lecce

La collezione raccoglie importanti e rappresentative opere della produzione editoriale leccese dal XVII al XIX secolo e comprende due sezioni. La sezione Editori leccesi comprende pubblicazioni edite dalle officine di alcuni dei maggiori tipografi attivi sul territorioi. La sezione Autori salentini contiene documenti di vario argomento redatti da illustri esponenti della cultura leccese.

Biblioteca universitaria - Pisa

Il progetto di digitalizzazione, relativo al carteggio dell’egittologo Ippolito Rosellini, direttore della Biblioteca universitaria di Pisa dal 1935 al 1843, ha privilegiato le lettere relative ai diplomi conferitigli e quelle relative alla pubblicazione dei I Monumenti dell’Egitto e della Nubia.

Biblioteca universitaria - Pisa

Il progetto di digitalizzazione ha riguardato 502 lettere autografe di personaggi politici, scienziati, letterati, artisti dei secoli XVI – XIX tra le quali si segnalano quelle di Tasso, Mazzini, Garibaldi, Pellico, Carducci, Leopardi e Canova.

Archivio storico Ricordi - Milano

L’Archivio storico Ricordi conserva più di 10.000 libretti dai primi del XVII secolo fino ai nostri giorni. Comprende testi manoscritti e autografi, dattiloscritti e a stampa, con correzioni autografe, bozze e sunti, mostrando l'iter creativo della stesura del testo fino al testo definitivo e al sunto in più lingue destinato a giornali e programmi di sala.

Biblioteca nazionale Cosenza

Parte di un fondo musicale composto da libri antichi in massima parte, in lingua inglese e libretti d’opera, questa collezione di libretti documenta in modo esaustivo la produzione operistica dell’Ottocento fino agli inizi del Novecento.

Biblioteca nazionale universitaria - Torino

Il fondo musicale miscellaneo comprende le opere rappresentate nei teatri di Torino tra il XVII e il XIX secolo e altre andate in scena in teatri diversi, non solo piemontesi. Sono stati per ora digitalizzati i testi relativi ai teatri Carignano e Regio.

Biblioteca Estense universitaria - Modena

La collezione di libretti della famiglia Fontanelli fu acquistata  dalla  Biblioteca  Estense  al tempo  di  Girolamo  Tiraboschi,  dopo la morte di Alfonso Vincenzo e registrati in ingresso nel dicembre 1778.
Si tratta di 1352 libretti per musica, tutti a stampa e datati da  inizio  Seicento  a  circa  il  1760:  azioni drammatiche, oratori ma soprattutto drammi per musica.

Biblioteca civica Pietro Acclavio - Taranto

La collezione è costituita da circa 100 testi antichi selezionati all’interno del patrimonio librario antico dell’Acclaviana: libri di interesse storico locale, opere scritte da autori tarantini e in particolare testi che trattano della città, della sua storia e del suo santo patrono, San Cataldo.

Biblioteca provinciale di Brindisi

La collezione raccoglie cinquecentine di otto biblioteche della provincia di Brindisi e interessano le discipline della filosofia, letteratura, religione e scienze con autori come San Tommaso d’Aquino, Roberto Bellarmino, Erasmo da Rotterdam, Pietro Bembo, Ulisse Aldrovandi, trattati di agricoltura e opere che riguardano l’amministrazione del territorio.

Biblioteca Provinciale Nicola Bernardini - Lecce

Si tratta di un'importante collezione composta da testi editi a partire dal secolo 16. e conservati presso le biblioteche della provincia di Lecce. I testi riguardano più materie e provengono dalle biblioteche dei conventi del territorio. Di particolare interesse le opere ottocentesche del pedagogista galatinese Pietro Siciliani.