Collezioni digitali

195 risultati trovati |

Biblioteca Estense universitaria - Modena

La collezione di libretti della famiglia Fontanelli fu acquistata  dalla  Biblioteca  Estense  al tempo  di  Girolamo  Tiraboschi,  dopo la morte di Alfonso Vincenzo e registrati in ingresso nel dicembre 1778.
Si tratta di 1352 libretti per musica, tutti a stampa e datati da  inizio  Seicento  a  circa  il  1760:  azioni drammatiche, oratori ma soprattutto drammi per musica.

Biblioteca civica Pietro Acclavio - Taranto

La collezione è costituita da circa 100 testi antichi selezionati all’interno del patrimonio librario antico dell’Acclaviana: libri di interesse storico locale, opere scritte da autori tarantini e in particolare testi che trattano della città, della sua storia e del suo santo patrono, San Cataldo.

Biblioteca provinciale di Brindisi

La collezione raccoglie cinquecentine di otto biblioteche della provincia di Brindisi e interessano le discipline della filosofia, letteratura, religione e scienze con autori come San Tommaso d’Aquino, Roberto Bellarmino, Erasmo da Rotterdam, Pietro Bembo, Ulisse Aldrovandi, trattati di agricoltura e opere che riguardano l’amministrazione del territorio.

Biblioteca Provinciale Nicola Bernardini - Lecce

Si tratta di un'importante collezione composta da testi editi a partire dal secolo 16. e conservati presso le biblioteche della provincia di Lecce. I testi riguardano più materie e provengono dalle biblioteche dei conventi del territorio. Di particolare interesse le opere ottocentesche del pedagogista galatinese Pietro Siciliani.

Biblioteca civica Berio - Genova

Nella Biblioteca Civica Berio di Genova le collezioni antiche e specializzate contano un patrimonio di oltre 100.000 documenti, con libri antichi a stampa (tra i quali 324 incunaboli e 4.700 cinquecentine) e manoscritti (quasi 9.000 unità tra libri, documenti e lettere).

Biblioteca nazionale centrale - Firenze

La collezione comprende biografie, trattati di sociologia, trattati militari, scritti inerenti tutti gli aspetti sanitari, testimonianze dei feriti. Sono compresi anche testi di legislazione del periodo bellico e opere di argomento giuridico relative alle problematiche di quegli anni. Non mancano opere letterarie in prosa e in versi ispirate alla guerra.

Biblioteca nazionale centrale - Firenze

Digitalizzazione della raccolta di Loriano Bertini costituita da edizioni d'arte a tiratura limitata, cartelle di incisioni e libri-oggetto, per un totale di 4300 pezzi, che documentano l'editoria d'arte espressa dai principali movimenti artistici internazionali nel corso del ventesimo secolo.

Biblioteca nazionale centrale - Firenze

Il fondo Magliabechiano originario è costituito da circa 120.000 edizioni comprese fra il XVI secolo e i primi decenni del XX secolo, offrendo la più vasta copertura delle diverse discipline della cultura italiana e straniera.

Biblioteca provinciale La Magna Capitana - Foggia

La collezione comprende 10500 manifesti cinematografici della biblioteca provinciale di Foggia, relativi a film italiani e stranieri del periodo compreso tra il 1945 e la metà degli anni Settanta.

Biblioteca nazionale centrale - Firenze

La raccolta contiene circa 100 documenti fra manifesti, volantini, circolari, accordi collettivi di lavoro, cartoline postali e numeri unici, fatti stampare fra la fine dell'Ottocento e la prima guerra mondiale da sindacati di categoria, camere del lavoro, società di mutuos soccorso, cooperative e associazioni varie

Biblioteca nazionale Marciana - Venezia

Comprende manoscritti musicali di autori dei secoli XVII-XVIII di area veneta provenienti dalle Collezioni della famiglia Contarini e della famiglia Canal.

Museo petrarchesco piccolomineo

Documenti, fra missive di argomento diplomatico e militare, lettere cardinalizie, atti diplomatici e documenti privati di Enea Silvio Piccolomini e dei discendenti provenienti dai diversi rami della sua famiglia.

 

Biblioteca nazionale Marciana - Venezia

La collezione dei manoscritti digitalizzati della Biblioteca nazionale Marciana è una collezione in progress, l’obiettivo è quello di realizzare la digitalizzazione della maggior parte della raccolta dei 13.000 codici oggi conservati presso la Marciana

Sezione musicale della Biblioteca Palatina - Parma

La collezione riguarda musica manoscritta del XVIII-XIX secolo, proveniente principalmente dai fondi Sanvitale e Bottesini. Oltre questi due fondi, sono stati digitalizzati i manoscritti più significativi e più consultati della biblioteca, in quanto fonti uniche o rare.

Biblioteca di Scienze. Università degli Studi - Firenze

Pier Antonio Micheli (Firenze, 1679-1737) fu botanico e micologo (anzi, “padre della micologia”), viaggiatore, dal 1706 al servizio dei Medici come aiuto del custode del Giardino de’ Semplici di Pisa e in seguito professore a Pisa e prefetto dell'Orto botanico di Firenze. Nel 1717, insieme a Gualtieri, Franchi e Moniglia fondò la Società botanica fiorentina.
Il fondo comprende 72 manoscritti in cui prevalgono gli argomenti botanici.