Collezioni digitali

184 risultati trovati |

Biblioteca civica Berio - Genova

Nella Biblioteca Civica Berio di Genova le collezioni antiche e specializzate contano un patrimonio di oltre 100.000 documenti, con libri antichi a stampa (tra i quali 324 incunaboli e 4.700 cinquecentine) e manoscritti (quasi 9.000 unità tra libri, documenti e lettere).

Biblioteca nazionale centrale - Firenze

La collezione comprende biografie, trattati di sociologia, trattati militari, scritti inerenti tutti gli aspetti sanitari, testimonianze dei feriti. Sono compresi anche testi di legislazione del periodo bellico e opere di argomento giuridico relative alle problematiche di quegli anni. Non mancano opere letterarie in prosa e in versi ispirate alla guerra.

Biblioteca nazionale centrale - Firenze

Digitalizzazione della raccolta di Loriano Bertini costituita da edizioni d'arte a tiratura limitata, cartelle di incisioni e libri-oggetto, per un totale di 4300 pezzi, che documentano l'editoria d'arte espressa dai principali movimenti artistici internazionali nel corso del ventesimo secolo.

Biblioteca nazionale centrale - Firenze

Il fondo Magliabechiano originario è costituito da circa 120.000 edizioni comprese fra il XVI secolo e i primi decenni del XX secolo, offrendo la più vasta copertura delle diverse discipline della cultura italiana e straniera.

Biblioteca provinciale La Magna Capitana - Foggia

La collezione comprende 10500 manifesti cinematografici della biblioteca provinciale di Foggia, relativi a film italiani e stranieri del periodo compreso tra il 1945 e la metà degli anni Settanta.

Biblioteca nazionale centrale - Firenze

La raccolta contiene circa 100 documenti fra manifesti, volantini, circolari, accordi collettivi di lavoro, cartoline postali e numeri unici, fatti stampare fra la fine dell'Ottocento e la prima guerra mondiale da sindacati di categoria, camere del lavoro, società di mutuos soccorso, cooperative e associazioni varie

Biblioteca nazionale Marciana - Venezia

Comprende manoscritti musicali di autori dei secoli XVII-XVIII di area veneta provenienti dalle Collezioni della famiglia Contarini e della famiglia Canal.

Museo petrarchesco piccolomineo

Documenti, fra missive di argomento diplomatico e militare, lettere cardinalizie, atti diplomatici e documenti privati di Enea Silvio Piccolomini e dei discendenti provenienti dai diversi rami della sua famiglia.

 

Biblioteca nazionale Marciana - Venezia

La collezione dei manoscritti digitalizzati della Biblioteca nazionale Marciana è una collezione in progress, l’obiettivo è quello di realizzare la digitalizzazione della maggior parte della raccolta dei 13.000 codici oggi conservati presso la Marciana

Sezione musicale della Biblioteca Palatina - Parma

La collezione riguarda musica manoscritta del XVIII-XIX secolo, proveniente principalmente dai fondi Sanvitale e Bottesini. Oltre questi due fondi, sono stati digitalizzati i manoscritti più significativi e più consultati della biblioteca, in quanto fonti uniche o rare.

Biblioteca di Scienze. Università degli Studi - Firenze

Pier Antonio Micheli (Firenze, 1679-1737) fu botanico e micologo (anzi, “padre della micologia”), viaggiatore, dal 1706 al servizio dei Medici come aiuto del custode del Giardino de’ Semplici di Pisa e in seguito professore a Pisa e prefetto dell'Orto botanico di Firenze. Nel 1717, insieme a Gualtieri, Franchi e Moniglia fondò la Società botanica fiorentina.
Il fondo comprende 72 manoscritti in cui prevalgono gli argomenti botanici.

Biblioteca di Scienze sociali. Università degli Studi - Firenze

La collezione di manoscritti di statuti fa parte della Biblioteca del Collegio degli avvocati di Firenze, composta di circa 12.600 volumi pervenuti in donazione nel 1940 dal Collegio degli avvocati. Il fondo, già concesso in comodato all'Università di Firenze al momento dell'istituzione della Facoltà di giurisprudenza nel 1924, rappresentò il primo nucleo della Biblioteca giuridica.

Biblioteca civica Anton Giulio Barrili - Savona

Manoscritti, tra questi il Codice Gerolimino, e incunaboli, tra questi le Regulae di Sthephanus Masparrautha, della Biblioteca civica Barrili di Savona.

Biblioteca statale del Monumento nazionale di Montecassino

Creatosi in seguito a lasciti che partono dalla fine del Settecento, il fondo musicale di Montecassino si caratterizza soprattutto per la ricchezza di composizioni operistiche da eseguirsi nei teatri napoletani.  Esso costituisce un punto di riferimento per lo studio della musica operistica e strumentale di area napoletana fra Settecento e Ottocento.

Biblioteca nazionale centrale - Firenze

I manoscritti più rari e consultati della Biblioteca nazionale centrale di Firenze, dal Messale Ottoniano del X secolo, al Palatino 556 il cosiddetto Lancillotto, alla Parte terza del libro di ingegneria di Mariano di Jacopo detto il Taccola oltre ai trattati di architettura del Filarete e di Francesco di Giorgio Martini, allo Zibaldone di Lorenzo Ghiberti e all’edizione Fleurs et masque (1930).