Biblioteca Roberto Caracciolo - Lecce

Esterno bibl.
Sala studio e conferenze - particolare
Depositi
Fondi antichi

La Biblioteca Roberto Caracciolo dei Frati minori di Lecce nasce quando padre Egidio De Tommaso, Ministro provinciale dei Frati minori del Salento, decide di istituire nel rinascimentale Palazzo Fulgenzio della Monica la Biblioteca Provinciale del suo ordine. L’inaugurazione e l’apertura ufficiale avviene nel 1965. Nel 1985 viene riconosciuta di interesse locale. Lasciti, donazioni e acquisti hanno accresciuto il patrimonio librario che è suddiviso in: Area a carattere generale e moderno con opere di taglio diverso (arte, letteratura, storia, dizionari, enciclopedie) e l’emeroteca. Area a carattere specialistico che comprende il Fondo antico con incunaboli, cinquecentine, manoscritti e opere a stampa che vanno dal 1600 alla metà del 1800; il Fondo Salentino che raccoglie materiale relativo alla realtà storica e culturale del Salento e della Puglia; il Fondo specializzato negli studi teologico-morali che comprende opere di filosofia, teologia, patrologia, storia ecclesiastica, storia del francescanesimo, diritto canonico, edizioni moderne della Bibbia e delle Sacre Scritture, testi originali in edizione critica e non, delle opere dei grandi dottori francescani medievali e dei Padri della Chiesa; il Fondo musicale, costituito da monografie e periodici d’interesse musicale, Opere e Arie staccate, Guide e Libretti d'opera, studi sul canto gregoriano e opere a carattere liturgico (Liber Usualis, Graduale antifonale) databili tra il XVI ed il XX secolo, e dal materiale appartenuto a padre Igino Ettorre e Maria Teresa Degli Atti, fondatori del Gruppo Madrigalistico Salentino, i quali orientandosi verso gli autori polifonici salentini, hanno svolto studi di paleografìa musicale e lavori di revisione, trascrizione, rielaborazione ed esecuzione di numerose e inedite sonate e madrigali.

Istituti collegati