Biblioteca comunale Alfredo Petrucci - San Nicandro Garganico

Entrata
Sala Ragazzi
Sala consultazione
Reference

La biblioteca nasce verso la metà degli anni cinquanta e successivamente viene intitolata ad Alfredo Petrucci, illustre acquafortista e scrittore locale. Dalla sede iniziale di via Giordano Bruno, negli anni sessanta si trasferisce nei locali di via Garibaldi, di proprietà della Fondazione Zaccagnino. Successivamente, agli inizi degli anni novanta, si sposta sempre in via Garibaldi, ma al civico 18. Dal 1998 a tutt’oggi essa ha sede nel cuore del centro storico di San Nicandro, la Terravecchia, e precisamente nel Palazzo Fioritto. Essa ha aderito al progetto “ARACNE” che ha trasformato la nostra biblioteca civica in una public library a scaffale aperto, amichevole ed accogliente. Il fondo più cospicuo è quello di lingua e letteratura italiana, latina e greca, storia e filosofia. Consistenti anche i fondi riguardanti la religione, la storia dell'arte e la storia locale. La Biblioteca è inoltre fornita di enciclopedie e di diverse annate rilegate di giornali quali: La Gazzetta del Mezzogiorno, Avanti!, L'Unità, La Repubblica, Panorama, nonché giornali garganici e locali. Sono presenti, per la mole di notizie a carattere locale in esse contenute, le raccolte di leggi e decreti del Regno delle Due Sicilie dal 1806 al 1860 che proseguono poi anche durante il Regno d'Italia. Il patrimonio bibliografico ammonta a circa 21000 volumi. La donazione Alfredo Petrucci, che contiene volumi di storia dell'rte, di letteratura italiana e di storia locale; la donazione Angelo Vocino, che attiene alla cultura varia; la donazione Luigi Vocino, fratello del precedente, con circa 1700 volumi riguardanti le scienze matematiche; la donazione Nicandro Marinacci, attinente alla storia di varie realtà locali della Capitanata e contenente anche volumi di letteratura italiana e straniera; le donazioni Michele Solimando, Giovanni Manduzio, Maria Teresa D'Orazio, Evelino Melchionda e Michele Del Conte.


Istituti collegati