Sommario Pagina precedente Pagina successiva
Da Cervantes a Caramuel: libri illustrati barocchi della Biblioteca Universitaria di Pavia - Alla spagnola: il frontespizio inciso

Il gesuita cileno Alonso de Ovalle stampa a Roma nel 1646, in italiano e spagnolo, la sua Histórica relación del reino de Chile, in cui descrive la sua terra e i problemi connessi alla sottomissione ed evangelizzazione degli indios araucani. È notevole l’apparato illustrativo, che comprende due serie: una, di incisioni su rame intercalate al testo, rappresenta scene di vita araucana ed episodi connessi all’evangelizzazione; l’altra, collocata in fondo al libro, è xilografica e, con un gusto arcaizzante tipicamente coloniale (da far risalire al libro sivigliano cinquecentesco), mostra edifici religiosi e isole del Cile. La splendida carta geografica predisposta da Ovalle manca a molti esemplari dell’opera, incluso il nostro.

 

Tavola tratta da: Alonso de Ovalle, Historica relatione del regno di Cile, e delle missioni, e ministerij che esercita in quelle la Compagnia di Giesu. Roma, 1646 Ovalle, Alonso de
Historica relatione del regno di Cile, e delle missioni, e ministerij che esercita in quelle la Compagnia di Giesu. A nostro signor Giesu Cristo … Alonso d’Ouagle dela Compagnia di Giesu natiuo di S. Giacomo di Cile, e suo procuratore à Roma. In Roma, appresso Francesco Caualli, 1646. [8], 378, [22] p. ill., tav. 4º
8 C 2
 
Nota: mutilo della c. geogr. Proviene da Milano, collegio gesuitico.
Altre
immagini