titolo Ludovico Ariostofotinefotinefotinefotinefotinefotine
Home pagepercorso testualepercorso tematicoCreditienglish version
punto
bordo
percorso biografico   Home Page > Percorso biografico > Nascita e formazione > Modena

Modena

fotografiaDopo Rovigo (1481) e Ferrara (1484), è la terza città dove nel 1489 si sposta Niccolò Ariosto portandosi al seguito la famiglia. Niccolò ottiene infatti per tre anni consecutivi il capitanato di Modena, dal primo marzo 1489 al ventotto febbraio 1492. Durante il capitanato, tra l’autunno del 1491 e il febbraio del 1492, nasce Alessandro Ariosto, il fratello più piccolo di Ludovico, dedicatario della Satira I insieme a Ludovico da Bagno. Il poeta, appena quindicenne, resta solo poco tempo con la famiglia a Modena, dove il padre gli fa impartire i primi rudimenti linguistici da un reputato maestro di grammatica. Ben presto Ludovico torna a Ferrara dove è affidato probabilmente alle cure degli zii e dove, dalla fine di ottobre del 1489, risulta iscritto per un quinquennio all’Università di Ferrara dalla quale otterrà il titolo di iurisperitus. Sono attestati passaggi di Ludovico a Modena nell’ottobre del 1503, immediatamente dopo l’entrata a servizio del cardinale Ippolito d’Este. Il poeta torna a Modena nell’agosto del 1510, sempre al seguito del cardinale Ippolito, quando assume un nuovo incarico diplomatico dopo il fallimento della missione presso Giulio II del maggio precedente, allorché il papa non avallò le pretese di Ippolito sull’abbazia di Nonantola e non legittimò lo sfruttamento delle saline di Comacchio da parte degli Estensi. Ludovico è di nuovo a Modena nel novembre del 1529, insieme al Duca Alfonso I d’Este e ad altri cortigiani, per ricevere l’imperatore Carlo V e per scortarlo fino al confine degli stati della Chiesa, al passo di Sant’Ambrosio, non essendo consentito ai ferraresi di andare oltre. Durante il pontificato di Leone X si acuisce la rivalità con gli estensi per il possedimento di Modena, occupata dal Papa sebbene non fosse un feudo della Chiesa. La contesa su Modena è all’origine del malanimo del Pontefice nei confronti del cortigiano estense Ludovico durante il periodo 1520-1521.

on
off
off
off
off
off
off
off
off
off
off
            indietrostampaInternet Culturale
bordo
Percorso biografico - Percorso testuale - Percorso tematico
Home "Viaggi nel testo" - Dante Alighieri - Francesco Petrarca - Giovanni Boccaccio - Baldassarre Castiglione
Torquato Tasso - Ugo Foscolo - Alessandro Manzoni - Giacomo Leopardi

Valid HTML 4.01 Strict        Valid HTML 4.01 Strict