titolo Ludovico Ariostofotinefotinefotinefotinefotinefotine
Home pagepercorso biograficopercorso tematicoCreditienglish version
punto
bordo
Percorso testuale   Home Page > Percorso testuale > L’esordio poetico latino > Carmina: caratteri generali

Carmina: caratteri generali

Ifotografial corpus poetico dei Carmina è il frutto dell’impegno letterario giovanile di Ariosto. I componimenti risalgono prevalentemente al periodo che va dal 1494 al 1503 e non furono mai raccolti in modo sistematico. L’unico componimento in latino degno di rilievo ascrivibile ad una fase successiva è il De vellere aureo, risalente al 1509. Ludovico compose anche degli epigrammi e qualche epitaffio. Il lavoro di ricomposizione del materiale poetico latino dell’Ariosto si deve a Giovan Battista Pigna, che nel 1553, a Venezia, presso il Valgrisi, pubblica una scelta di sessantasette componimenti latini dell’Ariosto, insieme a propri componimenti latini. La scelta poetica latina di Ludovico si ricollega alla tradizione dell’umanesimo padano che a Ferrara aveva avuto i suoi risultati più prestigiosi con la ricerca linguistica latina di Boiardo e di Tito Vespasiano Strozzi. In questi componimenti incontriamo temi occasionali, legati a precise circostanze della vita contemporanea, modulati secondo liberi schemi acquisisti da Catullo, Orazio e Ovidio, con la riproposizione di situazioni topiche come l’invettiva contro la vecchia mezzana. Molti componimenti sono indirizzati ad esponenti delle élites culturali o a personaggi con i quali Ludovico è in rapporti di intimità, come Alberto Pio da Carpi, al quale dedica un’ode sul ritorno del maestro Gregorio Elladio dalla Francia, oppure come Ercole Strozzi, al quale rivolge un’elegia sulla notizia della morte di Michele Marullo. Non mancano componimenti che contengono diretti riferimenti a situazioni storiche del presente, come l’ode al cugino Pandolfo, nella quale si fa riferimento alla discesa di Carlo VIII, o come l’epitalamio per le nozze di Lucrezia Borgia e Alfonso d’Este. Figurano infine componimenti d’occasione tradizionali come l’epicedio dedicato ad Alberto Pio da Carpi per la morte violenta della madre Caterina, avvelenata da una cameriera.

on
off
off
off
off
off
            indietrostampatesto integrale Internet Culturale
bordo
Percorso biografico - Percorso testuale - Percorso tematico
Home "Viaggi nel testo" - Dante Alighieri - Francesco Petrarca - Giovanni Boccaccio - Baldassarre Castiglione
Torquato Tasso - Ugo Foscolo - Alessandro Manzoni - Giacomo Leopardi

Valid HTML 4.01 Strict        Valid HTML 4.01 Strict