titolo Torquato TassoTorquato Tasso
Home pagepercorso testualepercorso tematicoCreditienglish version
punto
bordo
percorso biografico   Home Page > Percorso biografico > I primi anni > Pesaro e Urbino

Pesaro e Urbino

fotografia Nel 1557, appena dodicenne, Torquato passò a Urbino a raggiungere il padre presso il palazzo dell’Imperiale. Si legò qui a Francesco Maria della Rovere, erede del duca Guidubaldo, con il quale condivise una stagione di studi. Nei mesi trascorsi tra Pesaro e la corte di Urbino, il Tassino (come veniva allora chiamato per distinguerlo dal padre Bernardo) mostrò doti straordinarie di precocità, impegnandosi nello studio dei classici, del latino e del greco (lingua che tuttavia non conobbe mai in modo approfondito); strinse inoltre contatti con letterati che orientarono la sua prima formazione nella cultura contemporanea quali Girolamo Muzio, Bernardo Cappello e Dionigi Atanagi, il quale ultimo era stato chiamato alla corte di Urbino per aiutare Bernardo nella revisione del suo poema, l’Amadigi. Forse ancora più importante l’inserimento di Torquato nella corte roveresca, entro un ambiente elegante e raffinato, lo stesso che qualche decennio prima aveva ispirato la composizione del Cortegiano di Baldassar Castiglione. Il giovane attraverso il contatto con il giovane principe, e la posizione di rilievo garantitagli dalle amicizie del padre, apprese così per esperienza diretta le consuetudini e le regole di un mondo, quello della corte, che avrebbe costituito la cornice costante della sua esperienza biografica e letteraria.








on
off
off
off
off
off
off
           indietrostampaInternet Culturale
bordo
Percorso biografico - Percorso testuale - Percorso tematico
Home "Viaggi nel testo" - Dante Alighieri - Francesco Petrarca - Giovanni Boccaccio - Baldassarre Castiglione
Ludovico Ariosto - Torquato Tasso - Ugo Foscolo - Alessandro Manzoni - Giacomo Leopardi

Valid HTML 4.01 Strict        Valid HTML 4.01 Strict