titolo Torquato TassoTorquato Tasso
Home pagepercorso testualepercorso tematicoCreditienglish version
punto
bordo
percorso biografico   Home Page > Percorso biografico > I primi anni > Venezia

Venezia

fotografia Per la stampa dell’Amadigi Bernardo si diresse, alla fine del 1558, a Venezia, nel centro tipografico più importante, seguito poco dopo da Torquato, che contribuì in qualche misura alla correzione del poema. Negli stessi mesi in cui, per iniziativa di Paolo IV Carafa, veniva promulgato l’Indice dei libri proibiti, a Venezia maturava la coraggiosa iniziativa dell’Accademia della Fama, raccolta intorno a Federico Badoer, Francesco Patrizi, Domenico Venier e Paolo Manuzio, alla quale anche Bernardo fu chiamato a partecipare in qualità di cancelliere. L’Accademia, che aveva un ambizioso progetto culturale ed editoriale (per il quale sarebbe stata soppressa poco dopo, nel 1561), promise un sostegno, seppure generico, al giovane Torquato; ma più importa la conoscenza e l’amicizia che egli strinse in questi mesi con letterati quali il Venier, il Ruscelli, il giovane Aldo Manuzio, figlio di Paolo, e soprattutto Patrizi con cui avrebbe polemizzato alla metà degli anni ’80 riguardo alLa Gerusalemme liberata. Entro questo ricco ambiente culturale, e più ancora a margine di queste relazioni, alla dimestichezza con un clima letterario oltre che alla vigenza del modello paterno (l’Amadigi andava a stampa appunto a Venezia nel 1560) vanno riportate le prime prove in ambito epico di un giovane neppure sedicenne, prove poi confluite nel Gierusalemme.







on
off
off
off
off
off
off
           indietrostampaInternet Culturale
bordo
Percorso biografico - Percorso testuale - Percorso tematico
Home "Viaggi nel testo" - Dante Alighieri - Francesco Petrarca - Giovanni Boccaccio - Baldassarre Castiglione
Ludovico Ariosto - Torquato Tasso - Ugo Foscolo - Alessandro Manzoni - Giacomo Leopardi

Valid HTML 4.01 Strict        Valid HTML 4.01 Strict