Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale|Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Il mio spazio personale:

Registrati ora! | Dimenticata la password?
Ricerca:

Cataloghi Biblioteca digitale Fulltext Sito web

Home »  Eventi e novità  »  Archivio 2005  »  "Il pane, il lavoro"

Menu della sezione


EVENTI E NOVITA'

Tue Nov 07 11:32:00 CET 2017

Roma, martedì 21 novembre 2017
 

Tue Nov 07 11:44:00 CET 2017

Manus Online, pubblicate 1.600 descrizioni di manoscritti dei secoli XIII e XIV

Wed Mar 08 14:03:00 CET 2017

Compila il questionario disponibile al seguente indirizzo: http://bit.ly/2lqDO2r


Bookmark and Share


???pagina.contenuti???


Fri Sep 16 00:00:00 CEST 2005

"IL PANE, IL LAVORO"

Dal 22 al 25 settembre viene presentato a Lucera il Festival della letteratura mediterranea.

Stemma di Pio II Piccolomini dal Tempietto di Sant'Andrea.

Dal 22 al 25 Settembre a Lucera (FG) si svolgerà la terza edizione del Festival della Letteratura Mediterranea 2005, avente per tema “Il pane, il lavoro”.

Il Festival ruota intorno ad una serie di incontri pubblici nei cortili dei palazzi storici di Lucera. Agli incontri, gratuiti, partecipano grandi autori di area Mediterranea presentati da giornalisti e scrittori.
Sul tema di quest’anno, “Il pane, il lavoro” interverranno: Francesco Dezio, Gezim Hajdari, Gamal Al Gitani, Carmine Abate, Thierry Fabre, Meir Shalev. Gli autori saranno presentati da Moni Ovadia, Costanza Ferrini, Stas' Gawronski, Isabella Camera D'Afflitto, Giovanni Belluscio, Davide Carlucci.

In un momento storico dominato dalla cultura della diffidenza per le diversità e dello "scontro di civiltà", il Festival della Letteratura Mediterranea rappresenta l’occasione di uno scambio autentico e profondo tra le culture del Mare Nostrum. Le storie e le esperienze di vita innescano il dialogo con il pubblico, mentre affiorano punti di contatto e divergenze. Questa esperienza è rafforzata dalla dimensione raccolta del Festival, che favorisce i rapporti diretti con gli autori anche dopo gli incontri: in occasione dei concerti che seguono gli eventi, durante le cene informali nei ristoranti tipici o le lunghe passeggiate nei vicoli di pietra lavica.

Lucera, con la sua storia plurimillenaria e i molti popoli che l’hanno abitata lasciando tracce nell’architettura e nei volti dei suoi abitanti, è la segreta ispiratrice del Festival. La città è un esempio del peso che la storia esercita nel bacino del Mediterraneo: una storia complessa fatta di incontri, ma anche di stragi, dominazioni, guerre di religione.

Il Festival della Letteratura Mediterranea è anche un’occasione per conoscere una città gioiello sospesa tra l’Appennino dauno e il Gargano, trascurata dalle rotte del turismo di massa.

L’iniziativa viene promossa dall’Associazione “Mediterraneo è Cultura” di Lucera con l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, il Patrocinio del Presidente Regionale, i Patrocini della provincia di Foggia e della Città di Lucera ed il contributo di EDF energia italia s.r.l.