Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale|Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Il mio spazio personale:

Registrati ora! | Dimenticata la password?
Ricerca:

Cataloghi Biblioteca digitale Fulltext Sito web

Home »  Eventi e novità  »  Archivio 2006  »  Mozart alla Scala. Le opere italiane

Menu della sezione


EVENTI E NOVITA'

Tue Nov 07 11:44:00 CET 2017

Manus Online, pubblicate 1.600 descrizioni di manoscritti dei secoli XIII e XIV

Wed Mar 08 14:03:00 CET 2017

Compila il questionario disponibile al seguente indirizzo: http://bit.ly/2lqDO2r


Bookmark and Share


???pagina.contenuti???


Wed Jul 19 00:00:00 CEST 2006

MOZART ALLA SCALA. LE OPERE ITALIANE

Sino al 30 settembre al Museo Teatrale alla Scala una mostra per celebrare il grande musicista.

Per celebrare i duecentocinquanta anni dalla nascita di Mozart (Salisburgo, 1756-Vienna, 1791), dal 28 gennaio al 30 settembre 2006 il Museo Teatrale alla Scala allestisce una mostra relativa alle opere italiane del compositore, rappresentate dal Settecento sino ai nostri giorni al Teatro Ducale di Milano e alla Scala.

La cornice scenografica che raccoglie teatrini, bozzetti, figurini, foto di scena, video, costumi e musiche, coinvolge lo spettatore nelle ambientazioni mozartiane.

Di stanza in stanza mutano i colori e l’impatto visivo. Dall’austerità monocromatica dei teatrini d’ombra pensati da Lotte Reiniger (1899-1981), si accede alla cromia accesa del "Così fan tutte" di Eugene Berman, dove il visitatore si inoltra fra i fondalini e le sagome dipinte del celeberrimo spettacolo che rese gloriosa la stagione d’apertura della Piccola Scala (1956, bicentenario della nascita di Mozart). Nello spazio dedicato a Lucio Silla si pongono a confronto l’edizione settecentesca dei fratelli Galliari, pensata per la prima assoluta al Teatro Ducale (1772), e la recente rivisitazione di Richard Peduzzi e Patrice Chéreau (1984).

La sequenza degli ambienti di camere e saloni in miniatura, introduce lo spazio borghese delle "Nozze di Figaro". "Don Giovanni", rivissuto nell’epilogo dell’apparizione del Commendatore, riporta alla ribalta, in un’esposizione che si fa spettacolo, i protagonisti che sfoggiano i luttuosi ed eleganti costumi di Franca Squarciapino, quasi volersi accomiatare dal pubblico della mostra. Video musicali e documentari ripercorrono l’attività mozartiana degli spettacoli elaborati in lingua italiana, da Mitridate re di Ponto (1770) a Idomeneo (2005).

Mostra a cura di Vittoria Crespi Morbio e Filippo Crivelli.

Allestimento di Angelo Sala e Alfredo Corno.