Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale|Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Il mio spazio personale:

Registrati ora! | Dimenticata la password?
Ricerca:

Cataloghi Biblioteca digitale Fulltext Sito web

Home »  Eventi e novità  »  Archivio 2007  »  L'Istituto per il Libro a Più libri più liberi 2007

Menu della sezione


EVENTI E NOVITA'

Tue Nov 07 11:32:00 CET 2017

Roma, martedì 21 novembre 2017
 

Tue Nov 07 11:44:00 CET 2017

Manus Online, pubblicate 1.600 descrizioni di manoscritti dei secoli XIII e XIV

Wed Mar 08 14:03:00 CET 2017

Compila il questionario disponibile al seguente indirizzo: http://bit.ly/2lqDO2r


Bookmark and Share


???pagina.contenuti???


Tue Dec 04 00:00:00 CET 2007

L'ISTITUTO PER IL LIBRO A PIÙ LIBRI PIÙ LIBERI 2007

Dal 6 al 9 dicembre a Roma la Fiera della piccola e media editoria.

Il logo di DELOS

Alla sesta edizione della Fiera della piccola e media editoria Più libri più liberi, a Roma presso il Palazzo dei Congressi dal 6 al 9 dicembre 2007, l’Istituto per il Libro - Direzione Generale per i Beni Librari e gli Istituti Culturali del Ministero per i Beni e le Attività Culturali propone il suo programma all’insegna della promozione del libro e della lettura, con uno sguardo attento a coniugare cultura e impegno sociale.

È in questo solco che si colloca anche il successo della seconda edizione della campagna Ottobre, piovono libri. Con oltre 500 eventi in palinsesto e la massiccia adesione di Regioni, Province e Comuni, l’Istituto ha ha suscitato energie e partecipazione nei piccoli centri di poche centinaia di abitanti come nei grandi capoluoghi, da Aosta a Pantelleria. Letture ad alta voce dedicate ai bambini, reading e incontri con gli autori organizzati nelle carceri, iniziative mirate a  favorire la lettura tra le persone in condizioni di disagio fisico e psichico hanno testimoniato la possibilità di fare leva su un’adeguata opera di promozione per incentivare la curiosità e l’amore per il libro, concepito come fonte di arricchimento intellettuale ed emotivo per l’individuo e la società.

L’attenzione al mondo editoriale è l’altro aspetto fondamentale che caratterizza l’attività dell’Istituto per il Libro, che nelle sue iniziative dedica largo spazio alla promozione dell’editoria di qualità, ponendo a disposizione le sue competenze e il suo lavoro di ricerca per favorirne lo sviluppo. Su questi temi ruota il calendario di iniziative che l’Istituto propone a Più libri più liberi 2007, che si affianca alla presenza espositiva in fiera.


Gli appuntamenti


I GIOVANI E LA LETTURA

La Direzione Generale per i Beni Librari e gli Istituti Culturali, nell’ambito delle attività dell’Istituto per il Libro rivolte ai giovani, promuove la sesta edizione della Settimana della lettura, che vede coinvolti gli studenti di sei licei romani (Albertelli, Nomentano, Russell, Platone, Plauto, Visconti).
Quest’anno, riflettendo sul modo in cui la scuola svolge il suo compito di indirizzo e di formazione nell’educazione alla lettura, si esamina il ruolo dei media affrontando le trasformazioni dei generi e dei linguaggi che vedono trionfare la cronaca nera, il giallo, il noir, il reportage giornalistico.
Il ciclo di incontri, già avviati all’interno delle scuole con letture e dibattiti, si conclude a Più libri più liberi con una tavola rotonda sul tema Le mutazioni della scrittura e della lettura: i giovani e i libri, la scuola e i media, i generi e i linguaggi (giovedì 6 dicembre, dalle ore 10.30 alle ore 12.30 – Sala Diamante). Partecipano il critico letterario e docente di italianistica presso l’Università “La Sapienza” di Roma, Andrea Cortellessa, il responsabile dei servizi culturali del Giornale Radio Rai Piero Dorfles, il regista cinematografico e docente di Teoria e Tecniche del linguaggio cinematografico presso l’Università “La Sapienza” di Roma Roberto Faenza, la responsabile della Settimana della lettura Anna Mattei, il critico letterario e docente di Letteratura italiana moderna e contemporanea presso l’Università “La Sapienza” di Roma Mirella Serri e i docenti e gli studenti che hanno aderito all’iniziativa.

Sempre sul fronte dei giovani lettori, nella convinzione che il gesto di leggere e l’amore per i libri siano aspetti che vanno coltivati fin dall’infanzia perché possano entrare a far parte di uno stile di vita quotidiano, l’Istituto propone un momento di approfondimento sul rapporto dei giovani con la lettura nell’incontro Più piccoli, più libri. I giovani, i giovanissimi e la lettura (giovedì 6 dicembre, dalle ore 15 alle ore 17 – Sala Diamante). In Italia le statistiche confermano che nella fascia di età compresa tra i 6 e i 14 anni si legge più di quanto si faccia da adulti, e che dai 16-17 anni in poi l’interesse per il libro diminuisce progressivamente. Con questa premessa, il giornalista Corrado Augias interviene sul tema Perché i libri ci rendono migliori, più allegri e più liberi, una visione del problema che parte dal suo nuovo saggio Leggere (Mondadori, 2007), lo scrittore e insegnante Eraldo Affinati parla, invece, della lettura in relazione ai giovani in situazione di disagio, la neuropsichiatra infantile Silvia Gregory tratta dell’importanza del leggere dall’infanzia all’adolescenza, mentre l’insegnante e scrittrice Anna Mattei presenta la pluriennale iniziativa organizzata nelle scuole romane sulla lettura comparata dei classici, come tematica formativa permanente, e dei contemporanei, come occasione di confronto con l’attualità. Antonello Dose e Marco Presta, conduttori del programma radiofonico di Radio Rai2 Il ruggito del coniglio, animeranno l’incontro, coinvolgendo il pubblico in un dibattito a più voci.


LEGGERE E SCRIVERE NELLA TERZA ETÀ

L’Istituto per il Libro propone l’appuntamento Lettura e scrittura creativa nella terza età (venerdì 7 dicembre dalle ore 10.30 alle ore 12.30 – Sala Diamante) per cercare di rispondere ad alcuni interrogativi cruciali. Gli anziani hanno ancora voglia di leggere e scrivere? Quanto sono importanti la lettura e la scrittura nella terza età per mantenere una buona salute e qualità di vita? Che cosa è stato fatto e quali interventi possono ancora essere messi in atto per promuovere questo aspetto della vita degli anziani? Si confrontano il Direttore generale per i Beni Librari e gli Istituti Culturali Luciano Scala, il presidente di 50&PIU’ Università Giuseppe Ecca, il direttore responsabile di Transeuropa Edizioni Giulio Milani e il geriatra Massimo Palleschi, con la partecipazione del docente di Scrittura e lettura creativa Enrico Carini e del docente di Letteratura italiana Pergentina Pedaccini Floris. Letture di Massimo Bartolucci e Maria Teresa Spina.


BIBLIOTECHE E NUOVI LUOGHI DEL LIBRO

La promozione del libro e della lettura che l’Istituto per il Libro porta a Più libri più liberi passa anche attraverso due iniziative tutte dedicate al mondo editoriale, ai piccoli editori e alle biblioteche.
Il primo appuntamento è l’Open Forum: Dove nascono le idee? Il pensiero viaggia: libri, biblioteche, reti (sabato 8 dicembre, dalle ore 10 alle ore 11.30 – Sala Diamante). In sintonia con la mobilità che caratterizza ogni aspetto della vita quotidiana di oggi, anche il libro è chiamato a muoversi e a uscire dai suoi luoghi abituali per aprirsi a nuovi territori e nuovi canali di diffusione. In un dibattito tra “conservatori” e “innovatori” il direttore responsabile di Idea Store Sergio Dogliani interviene sul tema Una nuova istituzione londinese: gli Idea Stores. Torinese, a Più libri più liberi presenta la sua esperienza londinese di creatore di una nuova forma di biblioteca – l’Idea Store - che si è rivelata in grado di ridare appeal a una realtà che stava vivendo un periodo di scarso interesse da parte del pubblico. Sul fronte di quanto, invece, è stato fatto e si sta facendo sul territorio nazionale, il professore ordinario presso la Scuola speciale per Archivisti e Bibliotecari dell’Università “La Sapienza” di Roma, Giovanni Solimine, interviene su La biblioteca pubblica alla ricerca di una nuova identità, i responsabili del Consorzio per il Sistema Bibliotecario dei Castelli Romani Diego Cesaroni ed Ester Dominici parlano di Castelli Romani: il territorio disegna il suo distretto e il direttore delle Biblioteche di Roma Maurizio Caminito propone un approfondimento sull’argomento Una rete di biblioteche per la città. Introduce e coordina il Segretario generale del Consorzio BAICR Madel Crasta.

Rivolto in particolare ai piccoli editori è, invece, il secondo incontro: un focus sul tema Più libri più memoria: piccola editoria e deposito legale (sabato 8 dicembre, dalle ore 12 alle ore 13 – Sala Corallo). Esiste una reale presa di coscienza del ruolo fondamentale svolto dalle biblioteche nei confronti della conservazione del patrimonio letterario italiano? Sono conosciuti i servizi forniti dalle biblioteche e le loro possibili ricadute positive sull’editoria? A partire dalla normativa esistente in termini di obbligo di deposito legale, che impone agli editori di inviare le pubblicazioni ad alcune biblioteche specificamente preposte allo scopo “di conservare la memoria della cultura e della vita sociale italiana” (Legge 15 aprile 2004, n. 106, articolo 1), ci si confronta sulla possibilità di dar vita a un rapporto tra editori e biblioteche più consapevole dell’importanza di queste ultime nella tutela del patrimonio culturale italiano. Coordina Paola Puglisi (Associazione Italiana Biblioteche).

Lo spazio espositivo

Situato accanto al Caffè letterario, lo spazio espositivo del Ministero (stand N01) offre un panorama delle iniziative e dei progetti promossi dall’Istituto per il Libro, tra cui il sito Italia Pianeta Libro (www.ilpianetalibro.it), inserito anche nel portale Internet culturale (www.internetculturale.it), fondamentale strumento di promozione culturale dell’Istituto, costantemente in contatto con il mondo dell’editoria, della cultura e delle iniziative delle quali si fa volano.
Anche attraverso il sito Italia Pianeta Libro, dopo il successo della seconda edizione della campagna Ottobre piovono libri, l’Istituto per il Libro punta a sviluppare la sua collaborazione con le Regioni, con le Province e con i comuni, in una logica di rete. In occasione della Fiera della piccola e media editoria, sulla home page viene inaugurata una nuova sezione sul tema “Editoria e Regioni”, che presenta le varie realtà e iniziative che ruotano intorno al libro. Vengono, inoltre, presentate, in una panoramica d’insieme, le leggi regionali che hanno introdotto interventi a sostegno dell’editoria, diretti alle imprese editoriali, alle scuole, alle biblioteche e ai cittadini. Nella nuova veste del sito si dà conto della produzione editoriale e storico culturale dell’intero territorio, ivi comprese le aggregazioni e le iniziative esistenti fra le imprese editoriali e fra gli operatori culturali più attivi. Un visual diviso per aree geografiche consente l’accesso alle versioni arricchite e aggiornate delle rubriche “Fiere e festival” e “Case editrici”. Una sezione dedicata ai Premi letterari italiani è l’altra novità del sito, una guida di sicuro interesse per quanti – autori, editori o semplici appassionati – desiderino essere aggiornati su questo affascinante aspetto del mondo dei libri.





PHOTO GALLERY

Premio Mario Luzi