Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale|Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Il mio spazio personale:

Registrati ora! | Dimenticata la password?
Ricerca:

Cataloghi Biblioteca digitale Fulltext Sito web

Home »  Eventi e novità  »  Archivio 2007  »  Giornata della Memoria

Menu della sezione


EVENTI E NOVITA'

Tue Nov 07 11:32:00 CET 2017

Roma, martedì 21 novembre 2017
 

Tue Nov 07 11:44:00 CET 2017

Manus Online, pubblicate 1.600 descrizioni di manoscritti dei secoli XIII e XIV

Wed Mar 08 14:03:00 CET 2017

Compila il questionario disponibile al seguente indirizzo: http://bit.ly/2lqDO2r


Bookmark and Share


???pagina.contenuti???


Thu Jan 24 00:00:00 CET 2008

GIORNATA DELLA MEMORIA

Il 27 gennaio questa ricorrenza viene commemorata in Italia e in Europa, numerose sono le iniziative

Un'immagine di un campo di concentramento.

 Il 27 gennaio ricorre il Giorno della Memoria "in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti", istituito dal Parlamento italiano con la legge n.211 del 20 luglio 2000, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000.

La data è stata scelta, come ricorda la legge stessa, quale anniversario dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, in ricordo della Shoah, lo sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico, per “conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano mai più accadere”.
La stessa ricorrenza viene commemorata in molti altri paesi dell’Unione Europea e, da quest’anno, ha assunto rilevanza mondiale, in seguito alla risoluzione approvata dall’ONU il 1° novembre 2005, accogliendo un’iniziativa promossa da Israele.

Numerosi eventi sono in programma, anche quest’anno, in tutta Italia, ed è possibile trovare una lista completa dei principali eventi, visitando il sito internet dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (UCEI).
Informazioni ed elenco eventi: http://www.ucei.it/giornodellamemoria/

Di seguito le iniziative nell'ambito del nostro Ministero:

22 gennaio 2008
Trieste -
Biblioteca Statale
Incontro sul tema Lavoro e deportazione
Presiede e introduce Tullia Catalan.
Interventi: Brunello Mantelli: L’universo concentrazionario e l’asservimento del mondo concentrazionario nazista alle esigenze della produzione bellica; Giovanni Villari: Il lavoro degli italiani nei Lager  e il nesso tra sfruttamento e razionalità economica; Giovanna D’Amico: La perdita del lavoro dei perseguitati e dei deportati razziali e la loro reintegrazione nel dopoguerra.
Ulteriori informazioni:
http://www.bsts.librari.beniculturali.it/

23 gennaio 2008
Genova -
Biblioteca Universitaria
Conferenza L’autorappresentazione dei regimi nazista e fascista
In occasione del “Giorno della Memoria” 2008, primo incontro del ciclo libertà e democrazia con proiezione di filmati. Relatore Franco Sborgi
Ulteriori informazioni: http://www.bibliotecauniversitaria.ge.it/bug/cms/bug/it/news/visualizza_evento.html?id=217

27-28 gennaio 2008
Roma -
Palazzo Barberini
Conferenza internazionale su “Anti-semitismo e negazione dell’Olocausto. Moderni crimini contro l’ umanità. Il mondo non ha imparato la lezione?”

Alla cerimonia di apertura della conferenza nella Sala Pietro da Cortona di Palazzo Barberini interverranno il Presidente del Consiglio Romano Prodi e il Presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, avv. Renzo Gattegna.
Il 28 gennaio i lavori della conferenza, cui presenzieranno esperti italiani e stranieri, saranno divisi in due sessioni: la mattina, concentrata sulla riflessione sull’antisemitismo, vedrà la partecipazione, tra gli altri, del Ministro dell’Interno Giuliano Amato, del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Ricardo Franco Levi e del Vicepresidente della Commissione Europea Franco Frattini.
Nel pomeriggio, al dibattito sul genocidio e i crimini contro l’ umanità, parteciperà, tra gli altri, il Sottosegretario agli Affari Esteri Gianni Vernetti.I lavori saranno conclusi dall’intervento del Vicepresidente del Consiglio e Ministro per i Beni e le Attività Culturali Francesco Rutelli.
Ulteriori informazioni: http://www.beniculturali.it/eventi/dettaglio.asp?nd=ec,ri&idevento=49226

29 gennaio 2008
Roma -
Sala Auditorium Discoteca di Stato
La Shoah in colonia. La deportazione degli ebrei di Rodi 
Proiezione del film documentario L'isola delle rose, la tragedia di un paradiso
Ulteriori informazioni: http://www.bsmc.it/

29 gennaio 2008 - 27 febbraio
Cosenza -
Biblioteca Nazionale
Mostra bibliografica sulla figura e l’arte di Cesare Pavese
All’inaugurazione della mostra interverranno la Direttrice della Biblioteca Nazionale, Elvira Graziani, e il Prof. Pierfranco Bruni.
Ulteriori informazioni: www.bncs.librari.beniculturali.it


Il giorno della Memoria è diventato LEGGE
La Gazzetta Ufficiale ha pubblicato il testo della legge 20 Luglio 2000 n. 211 che istituisce il "Giorno della Memoria" in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti. Il testo della legge è il seguente:
Art. 1. La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, sì sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.
Art. 2. In occasione del "Giorno della Memoria" di cui all’art.1, sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinchè simili eventi non possano mai più accadere.