Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale|Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Il mio spazio personale:

Registrati ora! | Dimenticata la password?
Ricerca:

Cataloghi Biblioteca digitale Fulltext Sito web

Home »  Eventi e novità  »  Archivio 2008  »  Editti e bandi pontifici della Biblioteca Casanatense

Menu della sezione


EVENTI E NOVITA'

Tue Nov 07 11:32:00 CET 2017

Roma, martedì 21 novembre 2017
 

Tue Nov 07 11:44:00 CET 2017

Manus Online, pubblicate 1.600 descrizioni di manoscritti dei secoli XIII e XIV

Wed Mar 08 14:03:00 CET 2017

Compila il questionario disponibile al seguente indirizzo: http://bit.ly/2lqDO2r


Bookmark and Share


???pagina.contenuti???


Tue Nov 25 00:00:00 CET 2008

EDITTI E BANDI PONTIFICI DELLA BIBLIOTECA CASANATENSE

Online sul Portale i risultati del progetto di digitalizzazione di documenti durante l'Inquisizione.

La locandina dell'evento

L’apertura agli studiosi nel 1998 dell’Archivio storico della Congregazione per la Dottrina della Fede ha contribuito a rinnovare in maniera profonda gli studi sulla storia della Inquisizione, e parallelamente si è assistito a una crescita considerevole dell’interesse da parte della comunità scientifica nei confronti degli atti emanati dalle diverse autorità preposte al controllo in materia in materia inquisitoriale e censoria.

In tale ambito la Biblioteca Casanatense è da tempo riconosciuta come una delle sedi di ricerca privilegiate, grazie in particolare al ricchissimo fondo degli Editti e bandi pontifici conservato dall’Istituto, fondo che nel suo complesso comprende, in un arco di tempo che va dall’inizio del Cinquecento al 1870, oltre 70.000 documenti legati, in successione cronologica, in volumi di grosso formato.

Il progetto ideato e realizzato dalla Biblioteca Casanatense di Roma ha previsto la digitalizzazione l’intero corpus bolle, brevi, editti e decreti dati alle stampe in materia dal XVI al XVIII secolo, e conservati sia nei ricordati volumi degli Editti e bandi pontifici, sia negli altri fondi storici a stampa della Biblioteca. Sono stati in totale selezionati 1.200 documenti, pervenendo alla acquisizione di 3500 immagini.

Tipologia dei documenti e criteri di selezione
Dal momento che il progetto si rivolge a un corpus tematico, si ritiene indispensabile enunciare in modo chiaro i criteri che hanno guidato la selezione del materiale documentario.

Sono stati individuati quattro gruppi di documenti:

I gruppo
Bolle, costituzioni e brevi di origine legislativo-papale. Si tratta di atti emanati dagli stessi pontefici su questioni dottrinali, in materia di dogmatica e di delitti concernenti, in senso anche lato, la fede. Rientrano in questa prima categoria documenti quali la bolla Cum quorundam hominum pravitas emanata nel 1555 da Paolo IV contro gli antitrinitari, o la Coeli et terra del 1586, con cui Sisto V condanna la astrologia giudiziaria e altre forme di magia colta.

II gruppo
Istruzioni promulgate per volontà del Pontefice, al fine di introdurre nuove norme e procedure, o più spesso ribadire quelle già stabilite. Un esempio di questo genere di documenti è la Instructio del 1624 per la celebrazione dei processi di stregoneria.

III gruppo
Editti e decreti della Congregazione della Santa Inquisizione Romana o Sant’Uffizio, con una varietà tematica che riflette l’ampiezza stessa delle competenze dell’organismo centrale istituito, nel 1542, da Paolo III. Questo un sommario elenco delle materie trattate in tali documenti: eresia e sospetto di eresia; proposizioni ereticali; luteranesimo; calvinismo; anabattismo; greco-ortodossi; giudaizzanti; islamismo; apostasia; riconciliazione di protestanti stranieri; conversioni; canonizzazioni; arti magiche; libri proibiti; cibi proibiti; blasfemia; bigamia e poligamia; concubinato; adulterio; sodomia; sollecitazione in confessionale; abuso dei sacramenti; celebrazione illegale della messa; offese ai sacramenti; offese ai voti e ai precetti; offese al Sant’Uffizio; sacrilegio, offese ai santi, luoghi e immagini sacre; commercio di false reliquie e indulgenze; superstizione popolare; affettata santità; falsa testimonianza. A tali documenti si affiancano, sia pure in numero minore, decreti emanati in tali materie da altri organismi curiali: le Congregazioni del Concilio, dei Vescovi e Regolari, dei Riti, nonché la Penitenzieria Apostolica.
Relativamente al particolare ambito della censura libraria sono stati inclusi i decreti delle Congregazioni del Sant’Uffizio, dell’Indice, delle Indulgenze e delle Reliquie e, per quanto riguarda in modo specifico la città di Roma, gli atti a firma del Maestro del Sacro Palazzo, del Cardinale Vicario e del Governatore.

IV gruppo
Documenti che riguardano la Inquisizione romana come sistema giuridico, nei suoi aspetti procedurali e organizzativi, e emanati dalla Congregazione stessa. In questo gruppo sono inclusi anche gli atti volti a risolvere problemi giurisdizionali nei rapporti con i tribunali episcopali e laici, le autorità secolari, le altre Congregazioni e organismi curiali, e infine gli ordini religiosi.