Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale|Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Il mio spazio personale:

Registrati ora! | Dimenticata la password?
Ricerca:

Cataloghi Biblioteca digitale Fulltext Sito web

Home »  Eventi e novità  »  Archivio 2008  »  Guglielmo Massaja 1809-2009

Menu della sezione


EVENTI E NOVITA'

Tue Nov 07 11:32:00 CET 2017

Roma, martedì 21 novembre 2017
 

Tue Nov 07 11:44:00 CET 2017

Manus Online, pubblicate 1.600 descrizioni di manoscritti dei secoli XIII e XIV

Wed Mar 08 14:03:00 CET 2017

Compila il questionario disponibile al seguente indirizzo: http://bit.ly/2lqDO2r


Bookmark and Share


???pagina.contenuti???


Tue Dec 09 00:00:00 CET 2008

GUGLIELMO MASSAJA 1809-2009

Convegno d'apertura alle iniziative per le celebrazioni, l'11 dicembre a Roma.

Un'immagine della Mostra

La storia di Guglielmo Massaja prende vita l’8 giugno 1809 in un paese dell’Astigiano, l’allora La Braja di Piovà d’Asti (oggi Piovà Massaia), certo lontano dalle africane mete del suo futuro cammino spirituale e umano che tanto ha significato e tracciato nella cultura e nel sapere interdisciplinare. Una figura, quella del Massaja che, da oltre due secoli, esercita, nella sua pur sfaccettata complessità, un fascino irradiato dalla straordinaria rilevanza storica della sua persona, alta commistione di valore umano e spirituale.
Personaggio eccezionalmente completo, totale come pochi nella storia si sono visti: missionario, certo, ma anche esploratore,geografo, “scienziato” del suo tempo. Eppure la sua immagine non evoca alcuna facile superbia, ma umile vocazione all’alta missione d’evangelizzazione alla quale dedicò l’intera esistenza e che lo portò ad essere protagonista dei significativi e nascenti rapporti, consolidatisi poi nel tempo, tra Italia e l’immensa ma vicina Africa.
Figura di assoluto rilievo, quindi, quella di Guglielmo Massaja che, a distanza di duecento anni dalla sua nascita, vuole essere celebrata dalla comunità scientifica (africanisti, geografi, storici, ecc.) capitanata dalla Società Geografica Italiana e da quella religioso-
ecclesiastica, guidata dall’Ordine dei Frati Minori Cappuccini. Una celebrazione che intende richiamare e approfondire l’opera del Cardinale astigiano, uomo poliedrico quant’altri mai, la cui azione spirituale, ma anche politico-diplomatica,seppe indirizzare con prudenza e coraggio i rapporti tra i vari governanti etiopi e le potenze europee, di lì a poco colonizzatrici.
Le iniziative promosse dal Comitato Nazionale, costituito dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, avranno il compito di mettere in risalto le molteplici sfaccettature di questa complessa personalità che, nel suo essere missionario, è saputa divenire, agronomo, medico, geografo, esploratore, filologo,pedagogo per meglio riuscire ad accostarsi, all’Africa attraverso l’Africa.
Al presente convegno è affidato l’esordio delle iniziative e la valutazione del percorso da compiere che si svilupperà con intensità nel 2009.

GUGLIELMO MASSAJA 1809-2009 all’Africa attraverso l’Africa
Convegno di apertura delle iniziative di celebrazione
Giovedì 11 dicembre 2008, alle ore 10.00
Roma, Teatro dei Dioscuri, Via Piacenza, 1