Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale|Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Il mio spazio personale:

Registrati ora! | Dimenticata la password?
Ricerca:

Cataloghi Biblioteca digitale Fulltext Sito web

Home »  Eventi e novità  »  Archivio 2011  »  Recuperati tre manoscritti antichi a Londra

Menu della sezione


EVENTI E NOVITA'

Tue Nov 07 11:32:00 CET 2017

Roma, martedì 21 novembre 2017
 

Tue Nov 07 11:44:00 CET 2017

Manus Online, pubblicate 1.600 descrizioni di manoscritti dei secoli XIII e XIV

Wed Mar 08 14:03:00 CET 2017

Compila il questionario disponibile al seguente indirizzo: http://bit.ly/2lqDO2r


Bookmark and Share


???pagina.contenuti???


Fri Sep 30 09:00:00 CEST 2011

RECUPERATI TRE MANOSCRITTI ANTICHI A LONDRA

La Direzione Generale per le Biblioteche, dopo quasi 10 anni di intensa attività, è riuscita ad ottenere la restituzione di due manoscritti del XIV e XV secolo

A seguito di una procedura amministrativa e giudiziaria, durata quasi dieci anni, la Direzione Generale per le Biblioteche, gli Istituti culturali ed il Diritto d’Autore è riuscita ad ottenere la restituzione di due manoscritti del XIV e XV secolo di proprietà della Biblioteca Statale Oratoriana dei Girolamini di Napoli ed un Messale del XIV secolo dell’Arcidiocesi di Bari.

In data 12 settembre 2011 i volumi sono stati restituiti, nell’ambito di una cerimonia, nella sede dell’Ambasciata italiana a Londra alla Guardia di Finanza, alla presenza del Vice Avvocato Generale dello Stato e di una rappresentante della Direzione Generale, e posti sotto sequestro per rientrare in Italia ed essere consegnati alla Procura della Repubblica di Bari, che ha svolto le indagini preliminari in sede penale.

Successivamente in data 16 settembre sono stati riconsegnati alla Biblioteca Statale dei Girolamini di Napoli ed all’Arcidiocesi di Trani.

Quanto sopra è stato frutto di un’intensa attività svolta in sintonia tra la Direzione delle Biblioteche, l’Arcidiocesi e l’Avvocatura Generale che hanno perseguito con tenacia un’azione legale sfociata in una transazione con la Casa d’aste Sotheby’s di Londra e l’ultimo possessore dei manoscritti che li aveva acquistati in buona fede.