Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale|Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Il mio spazio personale:

Registrati ora! | Dimenticata la password?
Ricerca:

Cataloghi Biblioteca digitale Fulltext Sito web

Home »  Eventi e novità  »  Archivio 2011  »  L'amica risanata

Menu della sezione


EVENTI E NOVITA'

Tue Nov 07 11:32:00 CET 2017

Roma, martedì 21 novembre 2017
 

Tue Nov 07 11:44:00 CET 2017

Manus Online, pubblicate 1.600 descrizioni di manoscritti dei secoli XIII e XIV

Wed Mar 08 14:03:00 CET 2017

Compila il questionario disponibile al seguente indirizzo: http://bit.ly/2lqDO2r


Bookmark and Share


???pagina.contenuti???


Thu Nov 17 11:05:00 CET 2011

L'AMICA RISANATA

Dal 1 ottobre 2011 è stato riaperto lo Scalone Monumentale della Biblioteca Nazionale di Napoli

I rappresentanti del MiBAC hanno festeggiato sabato 1 ottobre 2011 l’amica risanata, il taglio del nastro, ed un lungo applauso hanno segnato la riapertura del tradizionale ingresso della biblioteca napoletana, attraverso il monumentale scalone.

Terminati dopo appena un anno i lavori di restauro grazie all’impegno del Direttore della biblioteca, Mauro Giancaspro, del Direttore Regionale della Campania per i Beniculturali, Gregorio Angelini e del consigliere del Ministro Galan, Massimo Marino De Caro, ed al sostegno della Direzione generale per le biblioteche, gli istituti culturali ed il diritto d'autore, la biblioteca torna alla normalità ed i lettori potranno affollare nuovamente lo splendido Salone di Lettura.

La novità è una nuova Sala di Esposizione destinata ad ospitare nelle antiche teche, accuratamente tirate a lucido, mostre bibliografiche permanenti, per far conoscere ancora di più l’importante e raro patrimonio posseduto dalla Nazionale di Napoli.

In occasione dell’inaugurazione, ed ancora per alcuni giorni, sono stati esposti due codici purpurei, esemplari quasi unici al mondo, i papiri di Ercolano, i breviari di dei re d’Aragona, Alfonso e Ferrante, splendidamente miniti, il prezioso codice, conosciuto come Dioscurides Neapolitanus, considerato il più importante manuale di medicina e di farmacia di tutto il mondo greco romano, illustrato con la raffigurazione delle piante medicinali.