Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale|Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Il mio spazio personale:

Registrati ora! | Dimenticata la password?
Ricerca:

Cataloghi Biblioteca digitale Fulltext Sito web

Home »  Eventi e novità  »  Archivio 2016  »  La Biblioteca Medica Statale inaugura la nuova sede

Menu della sezione


EVENTI E NOVITA'

Tue Nov 07 11:32:00 CET 2017

Roma, martedì 21 novembre 2017
 

Tue Nov 07 11:44:00 CET 2017

Manus Online, pubblicate 1.600 descrizioni di manoscritti dei secoli XIII e XIV

Wed Mar 08 14:03:00 CET 2017

Compila il questionario disponibile al seguente indirizzo: http://bit.ly/2lqDO2r


Bookmark and Share


???pagina.contenuti???


Wed Jun 08 00:00:00 CEST 2016

LA BIBLIOTECA MEDICA STATALE INAUGURA LA NUOVA SEDE

Si inaugura il prossimo 21 giugno, alla Biblioteca Nazionale Centrale di Roma (viale Castro Pretorio 105), il nuovo spazio della Biblioteca Medica Statale

 

Con l’inaugurazione il prossimo 21 giugno alle ore 10.00 la Biblioteca Medica Statale apre al pubblico la nuova sede nel complesso della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma in viale Castro Pretorio 105.
Nell’occasione il prof. Eugenio Gaudio, Rettore dell’Università La Sapienza, terrà una Lectio Magistralis dal titolo L’insegnamento della medicina da Giovanni Maria Lancisi ad oggi presso la Sala Conferenze della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma
Un nuovo sito web e l’investimento in moderne tecnologie permetteranno agli utenti, specialisti e non, di usufruire di tutti i servizi bibliografici, anche da remoto, tramite il sistema Ermes. Grazie alla disponibilità dimostrata dall’Università La Sapienza, verrà inoltre assicurato il collegamento alla rete SBS, il Sistema Bibliotecario Sapienza per accedere on line alle banche dati ed ai periodici elettronici del Sistema universitario.

Completato nel marzo scorso il trasloco dalla storica sede di Viale del Policlinico, la ricollocazione del patrimonio bibliografico dell’Istituto renderà ora possibile la consultazione di fondi librari suddivisi in materiale antico, quale incunaboli, cinquecentine e seicentine, manoscritti moderni, monografie di fine ottocento/primi del novecento, collezioni di periodici inglesi, francesi e tedeschi, alcune delle quali risalenti al secolo XIX, costituenti un unicum nel patrimonio nazionale, oltre a testi specialistici e pubblicazioni di elevato valore scientifico, soprattutto stranieri, costantemente aggiornati.

Per maggiori informazioni:
www.librari.beniculturali.it/opencms/opencms/it/news/novita/novita_0560.html