Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale|Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Il mio spazio personale:

Registrati ora! | Dimenticata la password?
Ricerca:

Cataloghi Biblioteca digitale Fulltext Sito web

Home »  Collezioni  »  Mediatheca Franciscana - Manoscritti del Fondo antico comunale presso la Biblioteca del Sacro Convento in Assisi

Menu della sezione


Temi:


EVENTI E NOVITA'

Fri Feb 10 11:25:00 CET 2017

Concorso per opere letterarie e teatrali, saggi e tesi di laurea: ecco il bando per partecipare

Mon Feb 20 00:25:00 CET 2017

E' online il bando

Thu Feb 16 00:16:00 CET 2017

Alla Biblioteca Medicea Laurenziana in esposizione oltre 70 opere tra pezzi rari e antichi, papiri, manoscritti, carte geografiche, disegni, incisioni e acquerelli


Bookmark and Share

Pagina dei contenuti


MEDIATHECA FRANCISCANA - MANOSCRITTI DEL FONDO ANTICO COMUNALE PRESSO LA BIBLIOTECA DEL SACRO CONVENTO IN ASSISI

Società internazionale di studi francescani (Sisf) - Assisi

La banca dati rende disponibili le immagini digitali dei codici del Fondo Antico presso il Sacro Convento. Alcuni manoscritti hanno un’importanza primaria nell’ambito della tradizione delle fonti francescane e la biblioteca assisana viene considerata un’arca della cultura religiosa del basso medioevo.
Si ricordino il codice 338, il più antico corpus degli scritti di Francesco d’Assisi, databile alla metà del secolo XIII, contenente anche il testo del Cantico delle Creature; il codice 686, il testimone più antico e completo della Vita secunda di Francesco d’Assisi o Memoriale in desiderio animae di Tommaso da Celano; il codice 330 contenente la Legenda maior e la Legenda minor di Bonaventura da Bagnoregio; il codice 342, il testimone più antico e autorevole del Liber della b. Angela da Foligno. Biblioteca di uno studio generale, comprendeva codici di filosofia, teologia e scienza naturale. Il primo e più importante nucleo librario identificabile è dovuto alla donazione del cardinale Matteo d’Acquasparta, già ministro generale dell’Ordine dei frati Minori e maestro di teologia; egli assegnò la sua biblioteca metà al convento di Assisi e l’altra metà al convento di S. Fortunato di Todi. Da segnalare infine i codici 1-15, la splendida Bibbia glossata parigina, detta di S. Luigi IX, impreziosita da un’importante apparato iconografico.
Il progetto, ideato dalla Società internazionale di Studi francescani, è stato finanziato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, ‘Ufficio Centrale per i Beni librari, l'Editoria e gli Istituti Culturali’, dalla Biblioteca Digitale Italiana, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e dal Comune di Assisi.

Note legali:
È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti digitali della Collezione su altre pagine web, pubblicazioni e riviste cartacee e digitali, cd-rom ed altri prodotti editoriali. Per le riproduzioni delle immagini a scopo di studio o pubblicazione rivolgersi alla segreteria della Società internazionale di Studi francescani di Assisi, sisf.assisi@libero.it.