Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale|Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Il mio spazio personale:

Registrati ora! | Dimenticata la password?
Ricerca:

Cataloghi Biblioteca digitale Fulltext Sito web

Home »  Collezioni  »  Periodici letterari dell'Ottocento napoletano

Menu della sezione


Temi:


EVENTI E NOVITA'

Tue Nov 07 11:32:00 CET 2017

Roma, martedì 21 novembre 2017
 

Tue Nov 07 11:44:00 CET 2017

Manus Online, pubblicate 1.600 descrizioni di manoscritti dei secoli XIII e XIV

Wed Mar 08 14:03:00 CET 2017

Compila il questionario disponibile al seguente indirizzo: http://bit.ly/2lqDO2r


Bookmark and Share

Pagina dei contenuti


PERIODICI LETTERARI DELL'OTTOCENTO NAPOLETANO

Biblioteca universitaria - Napoli

Presso la Biblioteca universitaria di Napoli è conservato un pregevole fondo di giornali letterari dell’Ottocento.
Questo tipo di giornali documenta in modo esemplare le trasformazioni in atto nel tessuto sociale della città, dove tra l’altro emergono, soprattutto nei decenni successivi agli anni Settanta, due fenomeni tra loro correlati: da un lato infatti cresce e si diversifica l’area del consumo, al cui interno si registra il consolidarsi di una borghesia media interessata a nuovi generi, a una letteratura amena e di svago, al gossip tipico del mondo letterario, teatrale e musicale napoletano; dall’altro prende corpo la fisionomia del giornale moderno ed assume contorni meno labili il mestiere del giornalista, pur fatti i dovuti distinguo con la nascente industria giornalistica del Nord.
Per.Le.800 è un progetto ideato nel 2004 che si era posto originariamente l’obiettivo di pubblicare in formato digitale un vasto corpus di periodici letterari dell’Ottocento, prevalentemente campani, posseduti dalla Biblioteca universitaria e dalle altre biblioteche aderenti alla campagna di digitalizzazione.
Della cinquantina di testate selezionate presso la Biblioteca universitaria, le sette qui proposte sono le uniche di cui all’epoca si è operata la scansione delle immagini. Solo di recente, ad alcuni anni di distanza, la biblioteca ha potuto provvedere alla generazione dei metadati.
La versione digitale di alcuni fascicoli è disponibile anche sul sito web della biblioteca.