Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale|Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Il mio spazio personale:

Registrati ora! | Dimenticata la password?
Ricerca:

Cataloghi Biblioteca digitale Fulltext Sito web

Home »  Collezioni  »  Raccolta di canzoni napoletane della Biblioteca Lucchesi Palli

Menu della sezione


Temi:


EVENTI E NOVITA'

Mon May 14 14:38:00 CEST 2018

Ecco gli appuntamenti della Biblioteca Universitaria e della Biblioteca Nazionale di Napoli

Mon May 07 00:32:00 CEST 2018

Sono disponibili due nuove collezioni digitali del Sistema Bibliotecario di Ateneo di Firenze

Tue Apr 24 11:01:00 CEST 2018

 Ha inizio l’ottava edizione della campagna nazionale di promozione della lettura organizzata dal Centro per il Libro e la Lettura

Tue Jan 16 10:54:00 CET 2018

Un anno per scoprire il nostro patrimonio culturale, in tutte le sue manifestazioni materiali, immateriali e digitali, quale espressione della diversità culturale europea ed elemento centrale del dialogo interculturale


Bookmark and Share

Pagina dei contenuti


RACCOLTA DI CANZONI NAPOLETANE DELLA BIBLIOTECA LUCCHESI PALLI

Biblioteca nazionale Vittorio Emanuele III - Napoli

La Biblioteca Lucchesi Palli - sezione della Nazionale di Napoli dedicata alle arti dello spettacolo, che fu per un trentennio diretta da Salvatore Di Giacomo - conserva un ricco fondo di testi e spartiti di canzoni napoletane pubblicati tra il 1850 e il 1960. Nel contesto di un progetto di restauro preventivo è stata effettuata la digitalizzazione integrale della raccolta che ha riguardato complessivamente più di 2500 documenti tra spartiti, testi, fascicoli delle "Piedigrotte" e miscellanee, per un totale di oltre 40.000 file.
I migliaia di titoli censiti consentono di percorrere un itinerario storico, musicale ed editoriale che parte idealmente dalle pubblicazioni ottocentesche di Cottrau e Girard, convenzionale data di nascita della canzone napoletana "classica". Negli ultimi decenni dello stesso secolo esplode il fenomeno della Piedigrotta: nell'ambito della tradizionale festa popolare fu istituita una gara canora che divenne la ribalta ufficiale della canzone napoletana e che rappresentò il principale appuntamento per l'editoria musicale. Si radicò infatti la tradizione della pubblicazione dei fascicoli che presentavano al pubblico le nuove composizioni. Erano album dalla veste editoriale spesso ricca e ricercata nella grafica (le illustrazioni erano affidate ad artisti di fama come Scoppetta e Migliaro) e nei testi, opera di firme illustri come Di Giacomo, Serao, Russo. In tanti, grandi e piccoli editori, pubblicarono le Piedigrotte: Bideri, Santojanni, La Canzonetta, Pierro, per citarne alcuni. E, naturalmente, tutta la storia della canzone napoletana, e dei suoi grandi autori - da Di Giacomo a Di Capua, Russo, Bovio (solo alcuni nomi tra i tantissimi) - passa attraverso queste pagine.
Per questioni inerenti al copyright la visualizzazione di una parte dei documenti è limitata alla copertina.