Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale|Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Il mio spazio personale:

Registrati ora! | Dimenticata la password?
Ricerca:

Cataloghi Biblioteca digitale Fulltext Sito web

Home »  Collezioni  »  Impronte digitali

Menu della sezione


Temi:


EVENTI E NOVITA'

Wed Dec 06 00:05:00 CET 2017

La Commissione europea ha lanciato una consultazione pubblica su Europeana per capire come cittadini, professionisti e organizzazioni usino la piattaforma digitale dell'UE per il patrimonio culturale

Tue Nov 07 11:44:00 CET 2017

Manus Online, pubblicate 1.600 descrizioni di manoscritti dei secoli XIII e XIV

Wed Mar 08 14:03:00 CET 2017

Compila il questionario disponibile al seguente indirizzo: http://bit.ly/2lqDO2r


Bookmark and Share

Pagina dei contenuti


IMPRONTE DIGITALI

Sistema Bibliotecario di Ateneo. Università degli Studi – Firenze

La collezione Impronte digitali nasce con l’avvio del progetto Digitalizzazione per i servizi bibliotecari con il quale il Sistema Bibliotecario dell’Università di Firenze ha voluto creare una prima raccolta di testi digitalizzati allo scopo di rendere fruibili alla comunità di studiosi documenti di pregio e di interesse storico artistico posseduti dalle sue cinque biblioteche di area: la Biblioteca Biomedica, la Biblioteca di Scienze, la Biblioteca di Scienze sociali, la Biblioteca di Scienze tecnologiche e la Biblioteca Umanistica. La raccolta digitale si è costituita con il materiale individuato per il progetto e selezionato in base al valore ricoperto o per la rarità, in taluni casi unicità, dell’esemplare o per l’importanza scientifica del contenuto che lo rende particolarmente richiesto dagli studiosi. Gli esemplari riprodotti, diversi per tipologia di materiale, per contenuto e per datazione, vogliono essere delle tracce (da qui la scelta del nome Impronte) che rivelano la ricchezza del patrimonio documentario dell’Università di Firenze nei suoi molteplici aspetti: scientifici, storici, culturali e artistici. Sono stati digitalizzati 24 incunaboli, più di 250 volumi fra periodici e monografie a stampa pubblicati dagli inizi del ‘500 alla prima metà del ‘900, centinaia di disegni e manoscritti a carattere archivistico dal XVI al XIX secolo. Con esemplari provenienti da tutte le biblioteche, la raccolta copre svariati settori d’interesse: medico, scientifico-naturalistico, giuridico, umanistico e architettonico.