Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale|Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Il mio spazio personale:

Registrati ora! | Dimenticata la password?
Ricerca:

Cataloghi Biblioteca digitale Fulltext Sito web

Home »  Collezioni  »  Fotografie. Personaggi, interpreti e luoghi, dell'Archivio storico Ricordi

Menu della sezione


Temi:


EVENTI E NOVITA'

Tue Jul 11 00:59:00 CEST 2017

In mostra alla Biblioteca Reale di Torino il celebre Autoritratto di Leonardo da Vinci e altri 40 capolavori del Rinascimento

Wed Apr 12 12:33:00 CEST 2017

Un archivio online di tutti gli antichi manoscritti della Commedia di Dante

Wed Mar 08 14:03:00 CET 2017

Compila il questionario disponibile al seguente indirizzo: http://bit.ly/2lqDO2r


Bookmark and Share

Pagina dei contenuti


FOTOGRAFIE. PERSONAGGI, INTERPRETI E LUOGHI, DELL'ARCHIVIO STORICO RICORDI

Archivio storico Ricordi - Milano

Nell’Archivio storico Ricordi è presente una nutrita raccolta di fotografie, composta di oltre 6.000 pezzi, dal tardo Ottocento fino a tutto il Novecento. Si tratta di fotografie che documentano la vita privata della famiglia Ricordi, l’attività produttiva dei Ricordi, dai ritratti di musicisti e cantanti in studio, in esterno, istantanee e foto di scena relative agli allestimenti delle opere musicali nei teatri, alle immagini che documentano i negozi Ricordi nel mondo.

I fotografi rappresentati nel fondo, più di 800, sono tra gli italiani, Ferrario, Bertieri, Varischi & Artico, Sommariva, De Marchi, Pagliano & Ricordi, Rossi, Sciutto, Sebastianutti, tra gli stranieri, dalle foto dello Studio Nadar, a quelle di Reutlinger, studi fotografici londinesi (Wilson & C., Ellis), studi americani, ecc. Alcuni compositori e disegnatori erano anche fotografi dilettanti come lo stesso Giacomo Puccini (suoi alcuni scatti in Egitto e all’Abetone) e Leopoldo Metlicovitz. Molte di queste immagini venivano utilizzate dallo stesso Ricordi per illustrare le riviste Musica e Musicisti e Ars et Labor.

L’Archivio dispone inoltre di una importante raccolta di circa 200 stampe, soprattutto ritratti di musicisti e cantanti, originariamente conservate insieme alle fotografie, che ora formano una sezione a sé stante.

La collezione digitale pubblicata rappresenta circa la metà del fondo.