Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale|Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Il mio spazio personale:

Registrati ora! | Dimenticata la password?
Ricerca:

Cataloghi Biblioteca digitale Fulltext Sito web

Home »  Chi siamo  »  Storia del portale

Menu della sezione


EVENTI E NOVITA'

Fri Sep 15 12:06:00 CEST 2017

L’Institut français Italia e il Service de coopération et d’action culturelle dell’Ambasciata di Francia in Italia organizzano per la seconda volta il Premio Stendhal, riconoscimento letterario per la traduzione dal francese verso l’italiano

Wed Mar 08 14:03:00 CET 2017

Compila il questionario disponibile al seguente indirizzo: http://bit.ly/2lqDO2r


Bookmark and Share


???pagina.contenuti???


STORIA DEL PORTALE

1999 La Direzione generale per i beni librari e gli istituti culturali del Ministero per i beni e le attività culturali commissiona uno Studio di fattibilità per la realizzazione della Biblioteca digitale, quadro di riferimento necessario alla formulazione di un progetto nazionale per la nascita di una biblioteca digitale, per inserirsi a pieno titolo tra le analoghe iniziative europee ed extraeuropee.

2001 Nella III Conferenza nazionale delle biblioteche La Biblioteca digitale. Produzione, gestione e conservazionedella memoria nell’era del digitale, Padova, 14-16 febbraio 2001, vengono poste le basi per la cooperazione e lo sviluppo della biblioteca digitale italiana, con l’obiettivo di superare la frammentarietà degli interventi effettuati fino a quel momento. A questo scopo, viene creato un Comitato guida della biblioteca digitale italiana BDI, composto da rappresentanti delle biblioteche statali e regionali, dei musei, dell’università, della ricerca, con il compito di definire il quadro di riferimento culturale e scientifico entro cui collocare le iniziative esistenti, di individuare le priorità degli interventi, di indicare standard e tecnologie comuni da adottare, di raccordare le attività di livello nazionale con le iniziative internazionali.

2003 Il Comitato dei Ministri per la Società dell’Informazione (CMSI) finanzia una serie di progetti per lo sviluppo del settore informatico e dell’automazione dei servizi pubblici a livello nazionale, tra cui il progetto La Biblioteca Digitale Italiana ed il Network Turistico Culturale, proposto dalla Direzione generale per i beni librari e gli istituti culturali del Ministero per i beni e le attività culturali.

2005-2008 Internet culturale nasce all’interno di quel finanziamento e viene realizzato con il coordinamento dell’ICCU e la collaborazione con alcuni centri di eccellenza, viene reso pubblico nella primavera. In questi anni si realizza il consolidamento dell’infrastruttura tecnologica, l’ingegnerizzazione degli strumenti sperimentati, la definizione di ulteriori percorsi culturali e aree tematiche, nonché l’inserimento di nuovi contenuti digitali. L’ICCU sperimenta nel 2005 una propria teca digitale che mette al servizio delle istituzioni per la conservazione delle risorse, e che con protocollo OAI dialoga con il portale. A dicembre del 2008 viene licenziato lo Studio sul riassetto, la riorganizzazione e la nuova prospettazioone dei contenuti del portale Internet Culturale commissionato al Dipartimento di italianistica e spettacolo dell’Università di Roma “La Sapienza”.

2009-2011 Le attività di progettazione e realizzazione della reingegnerizzazione e veste editoriale del portale hanno dato il risultato di questa nuova edizione di Internet Culturale, accentuando il suo aspetto tematico per affermare una propria identità culturale, di accesso al patrimonio delle biblioteche italiane e punto di riferimento per quanti sono portatori di interessi nel mondo del libro.
 

COLLEZIONI DIGITALI



TEMI