Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale|Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Il mio spazio personale:

Registrati ora! | Dimenticata la password?
Ricerca:

Cataloghi Biblioteca digitale Fulltext Sito web

Home »  Partner  »  Centro sperimentale di cinematografia - Roma

Menu della sezione


Servizi per i Partner:


EVENTI E NOVITA'

Wed Dec 06 00:05:00 CET 2017

La Commissione europea ha lanciato una consultazione pubblica su Europeana per capire come cittadini, professionisti e organizzazioni usino la piattaforma digitale dell'UE per il patrimonio culturale

Tue Nov 07 11:44:00 CET 2017

Manus Online, pubblicate 1.600 descrizioni di manoscritti dei secoli XIII e XIV

Wed Mar 08 14:03:00 CET 2017

Compila il questionario disponibile al seguente indirizzo: http://bit.ly/2lqDO2r


Bookmark and Share

???pagina.contenuti???


CENTRO SPERIMENTALE DI CINEMATOGRAFIA - ROMA

Indirizzo: via Tuscolana, 1524 - 00173 Roma
Telefono: +39 06 722941
Fax: +39 06 94810162
Email: segreteriapresidente@fondazionecsc.it
Sito web: http://www.snc.it/default.jsp?ID_LINK=1&area=5
Centro_sper.cinema01

La Cineteca Nazionale è uno tra i maggiori archivi cinematografici europei, ricco di oltre 100.000 film compreso il patrimonio dell'Archivio Nazionale del Cinema d'Impresa di Ivrea. Istituita con legge dello Stato nel 1949, ha il compito di preservare e diffondere il patrimonio cinematografico italiano. Il primo nucleo della collezione si costituisce fin dalla nascita del Centro Sperimentale di Cinematografia, negli anni '30, come supporto alle attività didattiche. Requisita dai tedeschi, questa prima collezione va definitivamente dispersa. Nel dopoguerra comincia l'opera di ricostruzione. Nel 1949 viene fondata la Cineteca Nazionale e istituito il deposito di legge: una copia di ogni film di produzione o co-produzione italiana deve essere consegnata alla Cineteca Nazionale. Nel 1965 il deposito legale viene esteso ai cortometraggi, ai cinegiornali e alle attualità e, a partire dal 2004, l'obbligo riguarda, per le produzioni che abbiano ricevuto sovvenzioni governative, anche le matrici nuove. Nel tempo hanno contribuito e continuano a contribuire ad arricchire il patrimonio donazioni da parte di privati ed enti pubblici, scambi con altri archivi di tutto il mondo, acquisti mirati di materiali filmici, depositi da parte di terzi e accordi con privati. Alla conservazione del suo prezioso patrimonio, la Cineteca Nazionale affianca un'intensa attività di diffusione culturale e l’ impegno nel restauro sia di grandi capolavori che di opere minori. Al suo interno, inoltre, l’Istituzione ha un Archivio foto e manifesti dedicato all'iconografia cinematografica, con una collezione di oltre un milione e mezzo di fotografie e circa 50.000 pezzi di corredo pubblicitario tra locandine, fotobuste e manifesti. L'archivio fotografico comprende i fondi di alcuni dei maggiori fotografi di scena italiani, ma anche di registi e produttori: Sergio Poletto, Osvaldo Civirani, Roberto Rossellini, Alfredo Bini.