Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale|Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Il mio spazio personale:

Registrati ora! | Dimenticata la password?
Ricerca:

Cataloghi Biblioteca digitale Fulltext Sito web

Home »  Partner  »  Biblioteca comunale mons. A. Amatulli - Noci

Menu della sezione


Servizi per i Partner:


EVENTI E NOVITA'

Tue Nov 07 11:32:00 CET 2017

Roma, martedì 21 novembre 2017
 

Tue Nov 07 11:44:00 CET 2017

Manus Online, pubblicate 1.600 descrizioni di manoscritti dei secoli XIII e XIV

Wed Mar 08 14:03:00 CET 2017

Compila il questionario disponibile al seguente indirizzo: http://bit.ly/2lqDO2r


Bookmark and Share

???pagina.contenuti???


BIBLIOTECA COMUNALE MONS. A. AMATULLI - NOCI

Indirizzo: Via Cappuccini, 4 – 70015 Noci (Ba)
Telefono: +39 080 4977304
Fax: +39 080 4942049
Email: biblioteca.comunale@comune.noci.ba.it; biblionoci@libero.it
Sito web: http://www.bibliotecanoci.it/
Sala consultazione

La Biblioteca comunale di Noci (Bari), istituita nel 1963 e aperta al pubblico nel 1967, è sorta sul fondo librario della biblioteca parrocchiale SS. Nome di Gesù, donato al Comune nel 1965 dal parroco mons. Anastasio Amatulli, perito tragicamente nel 1967 e al cui nome la Biblioteca è stata intestata. Ubicata alla sua apertura al piano terra del Palazzo municipale, in locali appartenuti al Convento di Santa Chiara, in pieno centro storico, a fine 2006, è stata trasferita nel rimaneggiato immobile dell’ex Convento dei Cappuccini (1588-1866). Qui, a seguito di successivi lavori di ristrutturazione, da dicembre 2012 dispone di più ampi e adeguati spazi, articolati su due piani. Il convento e la chiesa dei frati Cappuccini sorsero nel 1588, sotto il provincialato del venerabile frate Cherubino Blasi delle Noci. Nel 1866 il convento venne soppresso e il fabbricato del convento fu consegnato al Comune di Noci.
La biblioteca, il cui ruolo sociale è riconosciuto anche dallo Statuto del Comune, ha lo scopo precipuo di assicurare a tutti un libero ed equo accesso alle informazioni ed alle idee.
La dotazione documentaria è passata dai 2500 volumi iniziali alle circa 39000 unità bibliografiche attuali, tra le quali tre cinquecentine e più di 500 volumi anteriori al 1830. Particolarmente ricca è l’emeroteca con quasi 100 periodici correnti.
Il fondo moderno è collocato a scaffale aperto, secondo lo schema di classificazione decimale Dewey, che permette l’accessibilità libera degli utenti agli scaffali.
Dal 1987 è attiva la sezione speciale Archivio della poesia pugliese, che ha lo scopo principale di raccogliere la produzione poetica pugliese, in lingua e in vernacolo, di tutti i tempi e tutto quanto ad essa possa riferirsi.
Da novembre 2005 funziona la sezione Mediateca realizzata grazie all’adesione al Piano d’azione Mediateca 2000 del Ministero per i beni e le attività culturali.
La Biblioteca cura dal 1988 il Premio Noci per la storia locale, concorso biennale indetto per incentivare gli studi storici locali, e dal 1990 la pubblicazione dei Quaderni della Biblioteca, collana di studi locali.