Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale|Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Il mio spazio personale:

Registrati ora! | Dimenticata la password?
Ricerca:

Cataloghi Biblioteca digitale Fulltext Sito web

Home »  Partner  »  Biblioteca comunale Pietro Siciliani - Galatina

Menu della sezione


Servizi per i Partner:


EVENTI E NOVITA'

Tue Nov 07 11:32:00 CET 2017

Roma, martedì 21 novembre 2017
 

Tue Nov 07 11:44:00 CET 2017

Manus Online, pubblicate 1.600 descrizioni di manoscritti dei secoli XIII e XIV

Wed Mar 08 14:03:00 CET 2017

Compila il questionario disponibile al seguente indirizzo: http://bit.ly/2lqDO2r


Bookmark and Share

???pagina.contenuti???


BIBLIOTECA COMUNALE PIETRO SICILIANI - GALATINA

Indirizzo: Piazza Alighieri, 51 – 73013 Galatina (Le)
Telefono: +39 0836 565340
Fax: +39 0836 561543
Email: siciliani@comune.galatina.le.it
Sito web: http://pprn.infoteca.it/bw5ne3/opac.aspx?web=GLTN&SRC=SBAS
Chiostro - Ingresso

La biblioteca comunale Pietro Siciliani, istituita nel 1890, fu ufficialmente inaugurata il 5 febbraio 1905 nei locali a piano terreno nell’ex convento dei Domenicani, oggi Palazzo della Cultura, dove si trova tuttora. Il nucleo originario delle raccolte era costituito dalle biblioteche delle corporazioni religiose dei Francescani Riformati dell’ex convento di S. Caterina, dei Cappuccini dell’ex convento dello Spirito Santo, e dei Padri delle Scuole Pie, soppresse dalle Leggi del 1866. Nel 1886 si aggiunse la biblioteca privata del filosofo e pedagogista galatinese Pietro Siciliani, donata dalla vedova Cesira Pozzolini alla biblioteca già a lui intitolata, subito dopo la sua morte, nel 1885. La Siciliani, che possiede il fondo più cospicuo di edizioni a stampa del Quattrocento e del Cinquecento del Salento, proveniente soprattutto dalle ex biblioteche monastiche, nel tempo ha incrementato il patrimonio non solo con le acquisizioni, ma anche grazie alle tantissime donazioni. Oggi conta oltre 50000 documenti di cui fanno parte 29 manoscritti in buona parte del XVIII secolo, un codice miniato del 1485 (livre d’heures), libri a stampa di diverse epoche, periodici e materiali multimediali. L’Istituzione comunale possiede la Sezione di Studi Locali riguardanti la Puglia e, in particolare, il Salento, la Sezione ragazzi e una ricca emeroteca. Per la diffusione della cultura multimediale, è in funzione dal 2003 la Mediateca, realizzata grazie al Piano d’Azione Mediateca 2000, promosso dal Ministero per i beni culturali. La Siciliani è una biblioteca di pubblica lettura e di conservazione per la presenza del materiale raro e di pregio posseduto.