Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale|Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Il mio spazio personale:

Registrati ora! | Dimenticata la password?
Ricerca:

Cataloghi Biblioteca digitale Fulltext Sito web

Home »  Partner  »  Biblioteca comunale Francesco Trinchera senior - Ostuni

Menu della sezione


Servizi per i Partner:


EVENTI E NOVITA'

Tue Nov 07 11:32:00 CET 2017

Roma, martedì 21 novembre 2017
 

Tue Nov 07 11:44:00 CET 2017

Manus Online, pubblicate 1.600 descrizioni di manoscritti dei secoli XIII e XIV

Wed Mar 08 14:03:00 CET 2017

Compila il questionario disponibile al seguente indirizzo: http://bit.ly/2lqDO2r


Bookmark and Share

???pagina.contenuti???


BIBLIOTECA COMUNALE FRANCESCO TRINCHERA SENIOR - OSTUNI

Indirizzo: Via Francesco Rodio, 1 – 72017 Ostuni (BR)
Telefono: +39 0831 307 501
Fax: +39 0831 307 529
Email: biblioteca@comune.ostuni.br.it
Sito web: http://www.comune.ostuni.br.it/cultura/biblioteca/
Ostuni_Trinchera01

La biblioteca comunale di Ostuni fu fondata nell’aprile del 1868 quando il consiglio comunale decise di concentrare in un’unica istituzione pubblica le biblioteche provenienti dai monasteri soppressi dei Francescani, Domenicani, Cappuccini, Riformati e Carmelitani. Intitolata a Francesco Trinchera senior, figura poliedrica di intellettuale ostunese e primo soprintendente del Grande archivio di Napoli nell’Italia postunitaria, la biblioteca rappresenta oggi uno dei luoghi di cultura, di studio e di ricerca più prestigioso della città. La Biblioteca possiede oltre 90.000 volumi, di cui 79.500 inventariati su rete nazionale. Nella sezione periodici, 750 testate, sono presenti molte riviste pugliesi anche dell’inizio secolo, utili per gli studiosi della storia locale. La biblioteca conserva 40 manoscritti tutti inediti (di notevole interesse sono quelli del Melles, canonico locale che lavorò per molti anni alla sistemazione dell’Archivio del Capitolo cattedrale di Ostuni); 50 carte geografiche topografiche e corografiche molto significative e utili alla ricostruzione storica del rapporto di una città con il territorio circostante. Da segnalare la presenza della fedele riproduzione della Tabula Peutingeriana; una platea Platea Sacri Seminarii huius Civitatis Ostunei del 1720; due cabrei dell’Ordine di Malta; 4 frammenti di antifonari; 4 frammenti di codici. Il fondo antico, costituito da circa 5.000 opere, tra cui 15 incunaboli e circa 150 cinquecentine, è stato catalogato parzialmente ed è continuamente monitorato e sottoposto ai dovuti restauri per una adeguata e duratura conservazione. Fondi librari di particolare pregio sono il Fondo Guidoni-Semerano (5.000 volumi di storia delle civiltà, filologia, opere letterarie, storia delle religioni), il Fondo Tommaso Nobile (4.550 volumi di letteratura greca, latina, narrativa, storia locale), il Fondo Antonio Calamo (1500 opere, per la maggior parte antiche, di natura letteraria, in cattivo stato di conservazione, che gradualmente si stanno sottoponendo a restauro). Da segnalare infine alcune pubblicazioni sulla storia e sull’attività della biblioteca: Frammenti: quaderni n. 1 (1993), n. 4-5 (1997); La biblioteca, la città, il territorio: guida ai servizi della biblioteca, Ostuni, 1996; La biblioteca pubblica nell’Alto Salento: documenti per la storia della biblioteca “Trinchera” di Ostuni, Galatina, 2000.