Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Pagina dei contenuti


Home » Esplora »  Mostre

Sommario              Pagina precedente              Pagina successiva             Indice mostre

Giorgio Bassani. Il giardino dei libri

Luoghi

I LUOGHI DI BASSANI

Mai divelte, le radici ferraresi di Bassani ramificano nella Bologna universitaria dove gli incontri sono decisivi sia per la formazione culturale, dominata dal magistero di Longhi, sia per l’impegno militante nell’antifascismo azionista. Ma altri luoghi diventano per Bassani altrettante patrie: patrie elettive, come Roma, città in cui fisserà la propria dimora, o patrie temporanee che ne accolgono il fervore creativo. E’ a Santa Marinella che il narratore compone nel 1962 il Giardino dei Finzi-Contini, in una stanza d’albergo che guarda il mare, in perfetta solitudine, a tu per tu con la pagina bianca da vergare ogni giorno. Anche Venezia, Napoli e Maratea sono città dove Bassani ha vissuto stagioni decisive, spaziando da Nord a Sud nell’intera Penisola.


 

 

Cimitero israelitico

Il cimitero Israelitico di Venezia (foto di Gianni Berengo Gardin).

Estate

1942
Estate, sul Savena, con Valeria.

Santa Marinella

Santa Marinella, Hotel le Naiadi, dove G. Bassani ha scritto parte del “Giardino dei Finzi-Contini”.
 
Viaggio di nozze
 
1943
Agosto, a Marina di Ravenna, con Valeria in viaggio di nozze.
 
Con un amico
 
1950
A Ferrara con un amico.
 
Gita al lago
 
1958
Gita al lago di Vico con la propria famiglia e con la famiglia di Bertolucci e Soldati. In primo piano: Bertolucci; dietro Attilio Bertolucci.
 
Maratea
 
Maratea. La casa di Bassani è quella bianca in alto.
 
Al Lido di Venzia
 
1966
Lido di Venezia. Sulla spiaggia con degli amici. Bassani è Presidente del Festival Cinematografico di Venezia.
 
A Roma
 
1946
Novembre, a Roma, davanti alla fontana di Piazza San Bernardo, con Valeria e Paola nata nel settembre 1945.
 
Maratea
 
Maratea. Vista d’insieme. Dal 1968, e per una quindicina di anni, Bassani trascorre le estati a Maratea abitando in una casa in cima al paese.
 
Venezia

Il caso di Venezia è davvero esemplare.
Ci ripete che i centri storici italiani, nell’ambito dei quali tutto risulta mirabilmente artistico, sono al tempo stesso testimonianza del contrario dell’arte, cioè della vita. In essi si realizza l’incontro di due contrari:
la contemplazione della vita, e la vita nel suo farsi, nel suo eterno mutare e divenire. Essi sono come la poesia, in sostanza, che è arte e vita insieme.
(Una esperienza)