Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Pagina dei contenuti


Home » Esplora »  Mostre

Sommario     Pagina precedente     Pagina successiva     Indice mostre

 Leo Longanesi: la Fabbrica del Dissenso

sez7titolosez7_segno

sez7_testo1

sez7_imm01 sez7_testo2
sez7Oriz

sez7-1_titolo

La cinematografia italiana è un cadavere nella stiva di una nave in cammino. (1928)

Assistere alla proiezione di una pellicola nazionale è come sfogliare l’album di fotografie di un villeggiante nostalgico... I nostri tecnici non sono andati oltre la fotografia animata: intendono il film come una proiezione di vedute e di attori in movimento... I registi italiani sono figli delle recite di beneficenza e della lanterna magica. (1933)

sez7-1_imm02 sez7-1_imm01
sez7Oriz
sez7-2_titsez7_segno
sez7-2_imm01

Due anni di rappresentazioni cinematografiche lasciano nel giovane spettatore l’esperienza di un passato ch’egli non ha vissuto. Il primo amore di un ragazzo ha già un’esperienza cinematografica. Un tempo, era il romanzo che suggeriva alla gioventù un atteggiamento amoroso, un abito e una retorica dell’amore. Oggi è il film che sostituisce il romanzo e reca nuovi modelli: situazioni, gesti, fisionomie, ambienti entrano nella memoria come ricordi reali, agitano la fantasia, promuovono sogni e generano persino caratteri

foto

foto  foto  foto  foto

sez7Oriz

collage

collage

collage

collage

collage

collage

sez7Oriz