Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Pagina dei contenuti


Home » Esplora »  Percorsi 3D

Dante e il suo tempo - Catalogo

Storia della città medioevale
 
Scene
Citta medioevale
I primi nuclei urbani ebbero origine dai borghi che crescevano nelle vicinanze del castello feudale.
 
Citta medioevale
In essi mercanti, artigiani, giocolieri, predicatori, contadini si incontravano nel mercato protetti da norme di sicurezza garantite dalla presenza di una croce in mezzo alla piazza.
 
Citta medioevale
Infranti i pesanti obblighi a cui li vincolava l’ordine feudale i contadini diventati cittadini difesero le loro libertà scontrandosi in campo aperto con la nobiltà.
 
Citta medioevale
Nella città medievale nacque una nuova istituzione, l’università, che favorì l’organizzazione dei saperi su scala continentale.
 
Citta medioevale
Numerose ed attive erano le confraternite religiose che fondarono i primi ospedali utilizzati come ospizio di vecchi e poveri.
 
Citta medioevale
Le case non superavano i tre piani ed erano disposte su schiere ininterrotte per risparmiare terreno e per mantenere più caldi gli ambienti durante i mesi invernali.
 
Citta medioevale
La famiglia medievale era una struttura molto aperta. Includeva oltre consanguinei, apprendisti, garzoni, domestici… e tutti vivevano insieme sotto lo stesso tetto.
 
Citta medioevale
Nel medioevo la privacy era un lusso. In molti si divideva lo stesso letto.
 
Citta medioevale
Nel medioevo la privacy era un lusso. In molti si divideva lo stesso letto.
 
Citta medioevale
Svuotare dalle finestre il vaso da notte non era un reato.
 
Citta medioevale
Lo era farlo senza un segnale di preavviso.
 
Citta medioevale
Per smaltire le montagne di immondizia, venivano fatti liberamente circolare per la città i cosiddetti maiali di Sant’Antonio; nessuno poteva toccarli, pena gravi sanzioni.
 
Citta medioevale
L’unica forma veramente efficace di disinfestazione era esercitata dagli incendi, molto frequenti, che oltre ad interi quartieri fatti di case di legno distruggevano anche virus e bacilli.
 
Citta medioevale
Il pericolo di incendi era talmente concreto che ogni sera un apposito segnale diffuso dalle campane avvisava di spegnere tutti i fuochi di casa.
 
Citta medioevale
L’acqua era distribuita da fontane pubbliche, luogo di incontro ed occasione di pettegolezzo.
 
Citta medioevale
La chiesa oltre a luogo di culto era anche una specie di centro sociale.
 
Citta medioevale
Al suo interno venivano organizzati feste e banchetti.
 
Citta medioevale
Nelle prime città medievali venne anche usata come cassaforte nella speranza, per lo più vana, che eventuali malviventi non avrebbero osato profanare il luogo sacro.
 
Citta medioevale
In caso di furto lo screanzato non sarebbe andato lontano perché era nella piazza davanti alla cattedrale che si concludeva la sua carriera.
 
Citta medioevale
Di fronte alla chiesa i predicatori itineranti diffondevano la buona novella a masse di fedeli divise per sesso da un panno rosso tirato in mezzo alla piazza.
 
Citta medioevale
Nelle città medievali le strade erano piene di pedoni. I veicoli avevano una circolazione molto limitata ed una scarsa rilevanza.
 
Citta medioevale
Fin dalla nascita le città si caratterizzano rispetto ad altri agglomerati per la presenza di una cinta muraria.
 
Citta medioevale
Con l’introduzione della polvere da sparo, che rese inutili le mura, tutto cambiò.
Ma questa è un'altra storia.