Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale|Corpo della pagina

Internet Culturale: cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane

Il mio spazio personale:

Registrati ora! | Dimenticata la password?
Ricerca:

Cataloghi Biblioteca digitale Fulltext Sito web

Home »  Collezioni  »  Inventari delle biblioteche medievali italiane

Menu della sezione


Temi:


EVENTI E NOVITA'

Tue Jan 16 10:54:00 CET 2018

Un anno per scoprire il nostro patrimonio culturale, in tutte le sue manifestazioni materiali, immateriali e digitali, quale espressione della diversità culturale europea ed elemento centrale del dialogo interculturale

Tue Nov 07 11:44:00 CET 2017

Manus Online, pubblicate 1.600 descrizioni di manoscritti dei secoli XIII e XIV


Bookmark and Share

Pagina dei contenuti


INVENTARI DELLE BIBLIOTECHE MEDIEVALI ITALIANE

Società Internazionale per lo studio del medioevo latino (Sismel) - Firenze

La Sismel ha promosso il censimento analitico ad ampio raggio della documentazione inventariale pertinente a patrimoni librari dell’Occidente latino e alla loro circolazione, dalle attestazioni più antiche di epoca alto-medievale sino al 1520, data che segna di fatto la definitiva eclissi della confezione del libro manoscritto a favore della stampa. In questo contesto si è venuta progressivamente a costituire un’imponente banca dati, denominata R.I.Ca.Bi.M. (Repertorio di inventari e cataloghi di biblioteche medievali) in grado di raccogliere informazioni storiche e bibliografiche, tramite regestazione del documento, la quale ha fornito la piattaforma da cui il Progetto di digitalizzazione e la conseguente stesura di note informative a corredo dell’immagine hanno potuto prendere avvio.
La Biblioteca digitale Italiana ha finanziato l’insieme dei dati circoscrivibili all’area italiana, sottoposti a vaglio critico secondo le linee guida comuni e condivise. L’insieme di informazioni enucleabili in specifiche attestazioni inventariali sono finalmente corredate dalla riproduzione della corrispettiva edizione a stampa. Si offre pertanto al fruitore, per la prima volta, coniugando la descrizione del documento in oggetto con la riproposta dell’edizione moderna del medesimo, la possibilità di sfogliare l’unica raccolta strutturata, su supporto informatico, di oltre 4.000 attestazioni documentarie siffatte, altrimenti disseminate in una miriade di contributi, spesso disarticolati, di difficile reperimento, disseminati in una sterminata letteratura che in questi ultimi tre decenni ha conosciuto una crescita esponenziale.
L’utente potrà perciò disporre del primo ed unico catalogus catalogorum mirato a descrivere e a rendere direttamente fruibile questa preziosa ed affascinante realtà documentaria.